Redazione

Redazione

Suspendisse at libero porttitor nisi aliquet vulputate vitae at velit. Aliquam eget arcu magna, vel congue dui. Nunc auctor mauris tempor leo aliquam vel porta ante sodales. Nulla facilisi. In accumsan mattis odio vel luctus.

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il Presidente Flavio Roda ha deliberato le formazioni del biathlon per la stagione 2016/17. Vengono così ufficializzate le composizioni delle Squadre A Coppa del mondo, della Squadra B/Ibu Cup e delle Squarde Juniores/Giovani. Ma ecco la lista completa degli atleti e dei responsabili dello staff tecnico:

Direttore sportivo - Sandro Pertile
Direttore tecnico - Fabrizio Curtaz
Allenatore responsabile Squadra A - Patrick Oberegger
Responsabile Squadra B - Moreno Montello
Allenatore responsabile Squadra Juniores/Giovani - Alexander Inderst

Squadra A Coppa del mondo maschile

Lukas Hofer                           30/09/1989               CS Carabinieri
Dominik Windisch                06/11/1989               CS Esercito
Giuseppe Montello               07/12/1992              CS Esercito
Thomas Bormolini               29/08/1991              CS Esercito

Squadra A Coppa del mondo femminile

Nicole Gontier                       17/11/1991               CS Esercito
Karin Oberhofer                    03/11/1985               CS Esercito
Federica Sanfilippo              24/10/1990              GS Fiamme Oro
Lisa Vittozzi                            04/02/1995              CS Forestale
Dorothea Wierer                   03/04/1990              GS Fiamme Gialle
Alexia Runggaldier               27/11/1991              GS Fiamme Oro

Squadra B/Ibu Cup 

Andrea Baretto                     09/03/1995               CS Esercito
Thierry Chenal                     02/11/1992                CS Esercito
Luca Ghiglione                    12/11/1996                GS Fiamme Gialle
Andreas Plaickner              02/12/1993                GS Fiamme Gialle
Saverio Zini                          11/06/1994                CS Esercito

Squadra Juniores/Giovani

Patrick Braunhofer             19/04/1998                 ASV Ridaun Volksbang
Cedric Christille                  07/01/1999                SC Brusson
Michael Durand                  13/07/1997                CS Esercito
Daniele Cappellari             27/03/1997               ASD Società Sportiva Fornese
Kevin Gontel                        17/06/1999               SC Granta Parey
Simon Leitgeb                    11/07/1997                CS Carabinieri
Mattia Nicase                      24/06/1997               SC Bionaz Oyace
Peter Tumler                       28/10/1998               Amateursportverein Martell

Squadra Juniores/Giovani femminile

Michela Carrara                  10/05/1997               CS Esercito
Samuela Comola               30/04/1998               GS Fiamme Gialle
Eleonora Fauner                 24/09/1997               CS Carabinieri
Irene Lardschneider           09/02/1998              GS Fiamme Gialle

E' cominciato il primo raduno collegiale della squadra di Coppa del mondo di biathlon. Fabrizio Curtaz, tornato dopo un anno di pausa nel suo ruolo di direttore tecnico, ha convocato per il periodo che va da oggi a martedì 24 maggio dieci atleti, che si ritroveranno nella località austriaca di Seefeld con Dominik Windisch, Lukas Hofer, Giuseppe Montello, Thomas Bormolini, Nicole Gontier, Federica Sanfilippo, Lisa Vittozzi, Dorothea Wierer, Karin Oberhofer e Alexia Runggaldier. presenti pure gli allenatori Patrick Oberegger, Andreas Zingerle e Patrick Favre. 

La squadra B composta da Andrea Baretto, Luca Ghiglione, Thierry Chrenal, Andreas Plaickner e Saverio Zini è invece impegnata fino a domenica 22 maggio nella friulana Forni Avoltri con gli allenatori Moreno Montello, Barbara Ertl e Nicola Pozzi.

fonte: www.fisi.org

Il comitato organizzatore della Coppa del mondo di biathlon di Anterselva punta a portare in Alto Adige, per la sesta volta, la rassegna iridata. La località nostrana sarà infatti candidata al prossimo congresso IBU per accogliere una delle edizioni dei Mondiali del 2020 e 2021.

Il primo Mondiale svoltosi ad Anterselva risale al 1975; la località pusterese ha poi accolto la manifestazione iridata anche nel 1976, 1983, 1995 e 2007. Dopo aver corso, senza successo, per i Mondiali del 2019, il comitato organizzatore altoatesino, presieduto da Gottlieb Taschler è ora pronto a rilanciare, tentando la partita per l'assegnazione dell'evento 2020 e 2021.

"Vogliamo affrontare questa sfida: avere un Mondiale sarebbe la giusta ricompensa per il lavoro svolto in tutti questi anni dai numerosi volontari che ci sostengono e, nello stesso tempo, un traino non indifferente per l'economia locale - afferma Gottlieb Taschler -. Sono convinto che con dei piccoli interventi all'Arena Alto Adige potremmo ospitare e creare un grandissimo evento".

In lizza per le stesse due manifestazioni iridate ci sono pure Oberhof, Nove Mesto e Pokljuka; a queste si aggiunge la località russa di Tjumen, che concorre unicamente per l'assegnazione relativa al 2021.

Una decisione in merito verrà presa durante il prossimo Congresso IBU, in programma il primo fine settimana di settembre a Chisinau, in Moldavia.

Almeno per un anno ancora non saranno introdotte le zone di divieto di spinta nelle gare di sci di fondo internazionali. La decisione, è stata rinviata ed è stata lasciata alle singole nazioni la possibilità di testarla e svilupparla internamente.
Nelle gare di granfondo invece, sarà possibile squalificare qualcuno fino a 72 dopo il suo arrivo previa documentazione.
Nulla di fatto in sostanza quindi e quello che più ci preoccupa è che le possibilità per i meno corretti di non rispettare la tecnica, rimangono molto alte..

L'ex capo del laboratorio antidoping russo Gregory Rodchenkov, fuggito negli Stati Uniti pochi mesi fa, ha rilasciato un'intervista sensazionale al New York Times, dove, fra le altre cose, ha ampliato l'elenco degli atleti che a suo parere hanno utilizzato sostanze dopanti alle Olimpiadi di Sochi del 2014.

In questa lista compare anche Maxim Vylegzhanin, 3 medaglie di argento per lui a Sochi, che si aggiunge ad Alexander Legkov, finito sullo stesso giornale qualche settimana fa.

Maggiori info: http://www.sport-express.ru/doping/reviews/1008597/

Cortina ce l'ha fatta. Il Consiglio Fis, riunito a Cancun (Mex), ha votato positivamente affidando all'Italia il Mondiale di sci alpino 2021. L'assegnazione del Mondiale a Cortina d'Ampezzo è stata annunciata pochi minuti fa dal Presidente della Federazione internazionale dello sci (Fis), Gianfranco Kasper.

Dopo cinque candidature quindi, la Fis ha valutato con favore il progetto predisposto dalla Fondazione Cortina 2021 e dalla Federazione Italiana Sport Invernali e con l'unanimità dei voti favorevoli (17 su 17, per alzata di mano) ha ufficialmente consegnato nelle mani della FISI e della località ampezzana l'organizzazione della rassegna iridata del febbraio 2021.
Il Mondiale di Cortina seguirà quello di St. Moritz del 2017 e quello di Are, in Svezia, del 2019, e arriverà giusto un anno prima dei Giochi Olimpici Invernali di Pechino.

Grande soddisfazione è stata espressa da parte di tutti i componenti della delegazione al congresso messicano: Flavio Roda, Presidente della Fisi, era tra i votanti in quanto componente del Consiglio Fis, ma è stato - come consuetudine vuole - anche il primo firmatario dell'hosting contract, il contratto per il Mondiale che la Fis sottopone ai vincitori. "È un momento di grande gioia e che ci ripaga di tutto il lavoro fatto negli anni e nei mesi passati. Ringrazio di cuore il Governo italiano, a partire dal Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, e dal Sottosegretario alla Presidenza, Luca Lotti, che ci hanno sempre sostenuto durante l'avvicinamento a questo congresso, così come ringrazio il Coni e il suo Presidente, Giovanni Malagò. Desidero complimentarmi con la Fondazione Cortina 2021 e con il suo Presidente, Riccardo Donadon, per la professionalità e la dedizione con cui hanno affrontato questi ultimi mesi della candidatura. Fondamentale anche l'apporto della Regione Veneto e del Presidente Luca Zaia, e la collaborazione con il Comune di Cortina d'Ampezzo e con la Provincia di Belluno".

"Ma questa è una vittoria per tutte le realtà sportive e imprenditoriali ampezzane - ha proseguito Roda -, che hanno ora una chance importante da utilizzare per proiettare Cortina verso il futuro. Così come è una vittoria per l'Italia sportiva e non solo: avremo un grande evento internazionale sulle montagne italiane e dovrà essere l'opportunità per un rilancio complessivo del Paese".

“Cortina ha raggiunto un obiettivo straordinario - ha detto il Presidente del Coni, Giovanni Malagò -, costruito con tenacia, capacità e passione. I Mondiali di sci rappresentano uno spot di rara efficacia per promuovere l’eccellenza del nostro Paese e per certificare la credibilità e il ruolo preminente rivestito dallo sport italiano a livello internazionale. Questa assegnazione premia l’eccellente lavoro di squadra svolto da CONI, FISI, Governo e Comune, grazie a una sinergia proficua che rappresenta lo schema vincente da seguire per coronare un altro sogno fantastico, chiamato Roma 2024. Cortina, prima città olimpica italiana della storia, potrebbe essere tra l’altro - ancora una volta - teatro di un grande evento destinato a fare da preludio a una nuova emozione a cinque cerchi, come quando passò il testimone alla Capitale per i Giochi Estivi del 1960 dopo aver ospitato quelli Invernali del 1956”

Felicissimo anche Riccardo Donadon, che ha condotto in porto il sogno che Cortina coltivava da molti anni. "Ha vinto la nostra visione - ha detto Donadon - un progetto concreto che vede al centro lo sport e gli atleti, ma che è molto concentrato sui giovani e sul territorio. Abbiamo collaborato fattivamente con la Federazione italiana e con la Fis, riuscendo a soddisfare tutte le richieste che ci sono state sottoposte per ottenere un grande Mondiale. Quello del 2021 dovrà essere un Mondiale tecnologico e ecosostenibile, che serva da volano per la montagna italiana, per la sua cultura e per rilanciare la tradizione del made in Italy. È un successo che condividiamo con i cittadini di Cortina e con tutto il territorio veneto, e che ci spinge ora a lavorare con maggiore impegno per dare forma al sogno che abbiamo fortemente voluto diventasse realtà".

fonte: www.fisi.org

Durante il 50° Congresso FIS a Cancun (MEX), il Comitato internazionale per lo sci di fondo ha valutato diverse proposte e ha preso importanti decisioni approvate poi, dallo stesso Consiglio FIS.

Queste in sintesi le decisioni approvate:

Tecnica classica: Per preservare la tecnica classica, la FIS vieterà l’uso della scivolata spinta in alcuni tratti del tracciato. Ha invitato le diverse federazioni a fare delle prove, mentre si è deciso di non applicare questa regola (per ora) alla Coppa del Mondo, ai Campionati mondiali sia assoluti che giovanili.

Requisiti dei concorrenti: In tutte le competizioni FIS ogni concorrente deve aver raggiunto il 16 ° anno d’età prima della fine dell'anno solare (1 gennaio - 31 Dicembre).

Competizioni internazionali di lunga distanza: I punti FIS saranno distribuiti a tutte le competizioni di lunga distanza superiori ai 50 km (o 42 km per i località situate oltre i 1500m sopra il livello del mare).

Quota U23 per i Campionati di sci U23 Mondiali: Il contingente è ora di 8 uomini e 8 donne (4 ammesse alla partenza per evento / genere).

Quote atleti in Coppa del Mondo: La riduzione del contingente per le gare di Coppa del Mondo comporta un numero massimo di 6 atleti per nazione (10 per il Tour de Ski). Oltre a questi avranno un posto di diritto i leader di Coppa del Mondo e i vincitori e leader dei diversi circuiti continentali COC. I leader dei diversi periodi di coppa del Mondo (sono 4 in totale), avranno un posto di diritto nella stagione successiva.

I vincitori assoluti dal COC della stagione precedente hanno il diritto di iniziare nel 1 ° periodo della Coppa del Mondo nel seguente costantemente stagione (a cominciare 2016-2017 stagione). Il numero del Gruppo Nazionale è rimasto invariato a 10 atleti

Staffette: Ogni nazione ha diritto a non più di 2 squadre nelle staffette.

Sprint a squadre: Nella Coppa del Mondo le migliori 4 squadre di ogni semifinale sono direttamente qualificate per la finale. Il resto delle squadre (7 squadre) saranno qualificate in base ai loro tempi in semifinale.  Nei Campionati del Mondo, il sistema rimane invariato (2 squadre per batteria avanzeranno direttamente in finale e le rimanenti attraverso i tempi).

Ci sono diversi progetti a lungo termine in corso ed è stato costituito un gruppo di lavoro per la creazione di un circuito B di coppa del Mondo. In occasione della riunione FIS di Zurigo il prossimo autunno, saranno discusse le proposte presentate.

Exploit di DOMENICO MARIOTTI ai Giochi OPA di salto e combinata andati in scena a Tarvisio per la parte dello sci fondo e a Villach   (AUT) per il salto .

Nutrita la rappresentativa Nazionale azzurra con ben 15 ragazzi del Comitato Trentino con gli allenatori Andrea Bezzi-Ivo Pertile e Eligio Bosin.

Per tanti la prima esperienza a livello Internazionale  essendo la gara una finale con  la partecipazione di Francia-Svizzera-Austria-Germania-Slovenia-Russia e Italia con oltre 150 concorrenti.

Domenico Mariotti atleta di Vermiglio tesserato per il G.S.MONTE GINER già l’anno scorso in Austria aveva partecipato a questa grossa manifestazione giovanile conquistando un lusinghiero 10° posto.

Quest’anno seguendo un  allenamento programmato già nei mesi estivi improntato anche sulla tecnica  con gli skiroll  tenuta dal tecnico Bruno Carrara e nella parte salto dai tecnici del Comitato Trentino Bezzi –Bosin e Cogoli il ragazzo e cresciuto da molti punti di vista  guadagnandosi la convocazione  nel circuito di Alpen Cup.

Ma i giochi OPA  erano un appuntamento che Domenico teneva particolarmente e  una preparazione accurata con delle trasferte settimanali  in Austria  per trovare i trampolini di 70 mt e degli allenamenti prima di skiroll e dopo sulle piste di fondo hanno portato Domenico in ottima condizione di forma.

Sul trampolino HS  65 dopo la prova   salto con due ottimi salti si trovava al 10°  posto accusando un ritardo nella partenza della prova di fondo di 31 ‘’, ma staccando il miglior tempo nella prova di fondo (9’54’’8) andava a conquistare una bellissima medaglia d’argento a 7 secondi dal primo classificato l’Austriaco Manuel Einkemmer che staccava il  secondo tempo nel fondo (10’13’’3) partito 26’’ prima.

16° Guido Flessati e buone le prove degli altri trentini dopo il 20 ° posto Monteleone,Bertolas,Facchini e Radovan

Nella categoria superiore altra medaglia d’argento con il gardenese Aron Kostner battuto  in volata dal tedesco Tim Kopp.Buone le prove di Giulio Bezzi-Dallagiovanna Nicola e Luigi Flessati.,il giorno seguente questi nella squadra di Italia 1 si sono classificati al 6° posto.

Buona la prova di Giovanni Bresadola con un ottimo 10° posto, nel salto speciale sul trampolino

HS 95.

Festosa la cerimonia di premiazione dopo la sfilata delle Nazioni in piazza a  Tarvisio.

Soddisfazione  da parte di tutti specialmente dai Tecnici che vedono il frutto del lavoro di una stagione  lunga  che non conosce  dei rallentamenti.

Top