Redazione

Redazione

Suspendisse at libero porttitor nisi aliquet vulputate vitae at velit. Aliquam eget arcu magna, vel congue dui. Nunc auctor mauris tempor leo aliquam vel porta ante sodales. Nulla facilisi. In accumsan mattis odio vel luctus.

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il “Piccolo Tibet” apre l’annata sugli sci stretti con i primi 3.5 km di pista

In arrivo Federico Pellegrino, Dietmar Noeckler, Francesco De Fabiani e tutto il team italiano

Venerdì 30 e domenica 2 dicembre sfide Visma Ski Classics, sabato 1 dicembre “Sgambeda” in TL

 

La stagione invernale parte sempre dalla provincia di Sondrio, e Livigno darà la possibilità di sfoderare con largo anticipo i propri sci stretti vista l’apertura dell’anello di fondo dal 13 ottobre. Questo grazie alla particolare tecnica dello snowfarming, che permette la conservazione della neve durante il periodo estivo (custoditi 220.000 metri cubi di neve – numeri considerevoli che superano anche quelli dello scorso anno).

L’obiettivo dell’Associazione per il Turismo di Livigno è di aprire i primi 3.5 km di pista in modo tale da garantire ampia libertà ai fondisti nelle giornate di sabato e domenica, e di delimitare gli orari della mattinata – a partire da lunedì 15 ottobre – con pista accessibile dalle ore 8 alle ore 10.30 agli atleti professionisti, dalle ore 10.30 alle ore 12.30 alle squadre di 2° livello e dalle ore 12.30 in poi al pubblico.

A partire dal 20 ottobre, inoltre, la Nazionale Italiana di sci di fondo sarà presente in terra livignasca con i seguenti atleti: la ‘stella’ Federico Pellegrino, Francesco De Fabiani, Maicol Rastelli, Mirco Bertolina, Elisa Brocard, Ilaria Debertolis, Lucia Scardoni, Greta Laurent, Dietmar Noeckler, Giandomenico Salvadori, Stefan Zelger, Caterina Ganz, Anna Comarella, Sara Pellegrini e gli allenatori Marco Selle e Paolo Riva assieme a tutto lo staff tecnico composto da ski men, fisioterapisti e medici del team azzurro.

Numerosi i campioni nella località dell’Alta Valtellina, e già presente all’appello vi è il fondista finlandese Iivo Niskanen, fratello dell’altra titolata fondista Kerttu e laureatosi recentemente campione olimpico per la seconda volta, nella 50 km di Pyeongchang 2018.

Uno start che – per quanto riguarda le lunghe distanze – Livigno darà anche alla stagione Visma Ski Classics, venerdì 30 novembre e domenica 2 dicembre, sfide inframmezzate dalla “Sgambeda” di sabato 1 dicembre, riservata unicamente agli amatori della tecnica libera (link iscrizioni: www.endu.net/it/events/la-sgambeda-the-nordic-ski-race).

Livigno è il paradiso degli sciatori ma anche dei nuotatori, grazie al centro Aquagranda Active You, e nel “Piccolo Tibet” il 23 ottobre ci sarà una conferenza stampa che annuncerà gli accordi siglati tra Livigno, FISI (Federazione Italiana Sport Invernali) e FIN (Federazione Italiana Nuoto).

Info:www.lasgambeda.it

13.a Moonlight Classic il 23 gennaio sull’Alpe di Siusi, in Alto Adige

Iscrizioni aperte – numero massimo fissato a 400 atleti

Percorsi di 30 e 15 km con partenza ed arrivo a Compatsch in Alto Adige

“Ski & Run” in abbinamento alla Mezza Maratona Alpe di Siusi del 7 luglio

 

 

“The trees that whisper in the evening, Carried away by a moonlight shadow”, cantava Maggie Reilly nel singolo “Moonlight Shadow” di Mike Oldfield del 1983, ma potrebbe essere la narrazione della prossima edizione della Moonlight Classic sull’Alpe di Siusi del 23 gennaio 2019, altopiano dolomitico altoatesino che riserva ai fondisti una galoppata in notturna organizzata dall’Associazione Turistica Alpe di Siusi tra “gli alberi che sussurrano la sera” con gli atleti “portati via da un’ombra al chiar di luna…”.

Nella parte occidentale delle Dolomiti, tra il Gruppo del Sella, del Catinaccio e la Marmolada si trova l’alpe più vasta d’Europa, dove lo sci di fondo è di casa e i circa 400 concorrenti (numero chiuso) si possono divertire ed emozionare lungo percorsi spettacolari di 15 e 30 km, illuminati da 1000 fiaccole che rischiarano il buio della notte. Lo sci di fondo in notturna della Moonlight Classic è uno spettacolo tutto da vivere e, per dirla con le parole della vincitrice della scorsa stagione Virginia De Martin Topranin: “Non esiste altra manifestazione di egual bellezza”. L’itinerario principale è abbastanza impegnativo e richiede preparazione, mentre il breve è praticabile anche dai meno allenati, il che permette alla Moonlight Classic di essere considerata una manifestazione alla portata di tutti, da effettuarsi rigorosamente in tecnica classica con obiettivo Compatsch, da dove gli atleti erano partiti. Come si evince dal nome del contest fondistico la gara si svolge al chiaror di luna, totale o parziale, ma i concorrenti saranno aiutati nello svolgimento della propria performance dal tradizionale caschetto con lampada frontale ad illuminare il manto innevato.

L’Alpe di Siusi è località preferita da tanti atleti stranieri di spicco, i quali vengono a prepararsi in quota sulle piste, una meta ambita anche d’estate grazie alla varietà di bellezze naturali unita alla possibilità di effettuare escursioni, gite in mountain bike, a cavallo, giocare a golf, effettuare voli in parapendio, usufruendo dell’ospitalità e delle tradizioni della zona.

Il numero di partecipanti della Moonlight Classic è limitato e l’evento è riservato ai maggiorenni, per giunta si ricorda di non tardare troppo ad iscriversi, con le quote ridotte comprensive di andata e ritorno in cabinovia per raggiungere la zona di partenza (corse gratuite per gli spettatori a partire dalle ore 18, impianto in funzione fino all’una di notte) fissate a 45 euro entro il 30 novembre per la 30 km e a 40 euro per la 15 km, e una maggiorazione per entrambi a partire dal 1° dicembre.

Anche nel 2019 la gara verrà proposta in abbinamento alla podistica Mezza Maratona Alpe di Siusi del 7 luglio, permettendo la combinazione “Ski & Run” e la possibilità di entrare a far parte di una speciale classifica che sommerà i tempi delle due competizioni dell’Alpe di Siusi. Un evento “green” pronto a riservare una tredicesima edizione da non perdere, per info ed iscrizioni: www.moonlightclassic.info

ESTEVE IRENEU ALTIMIRAS E ILARIA DEBERTOLIS VINCONO LA 40esima EDIZIONE DEL GRAN PRIX SPORTFUL

 

Francesco De Fabiani ed Elisa Brocard neo campioni italiani senior tecnica libera in salita

Gran Prix Sportful con molte sorprese con la vittoria dell’andorrano classe 1996 Esteve Ireneu Altimiras, l’anno scorso aveva vivacizzato la gara ed era giunto quinto assoluto, quest’anno è partito da lontano e la fuga gli ha portato fortuna. Le Fiamme Oro vincono l’assoluta femminile con Ilaria Debertolis che è uscita dal tunnel, ha dichiarato nel dopo gara l’atleta di Fiera di Primiero. “sono molto contenta di come è andata la gara oggi,  sinceramente non pensavo perché arrivavo da una settimana di carico a Seefeld, sono partita tranquilla ai 6,5 km, mi sono ritrovata da sola ed ho continuato fino all’arrivo. Ho avuto sensazioni positive è il primo anno che ho gareggiato da sola, le passate edizioni in cui avevo vinto attaccavo nell’ultimo chilometro. L’anno scorso ho avuto tantissimi problemi fisici e spero veramente di essere uscita dal tunnel.”

Un Esteve Irenenu Altimiras raggiante ha dichiarato nel dopo gara “Sono cinque anni che partecipo a questa gara e riuscire a vincere fa ben sperare per la prossima stagione dove punterò in particolare sulle gare di Opa Cup e sui Mondiali Under 23.”

Organizzazione, come sempre da manuale, dello Sci Nordico Sportful in collaborazione con Polisportiva Sovramonte ed Enal Sport Villaga.

Molto pubblico presente sulle ultime rampe che portano al passo Croce d’Aune con tifosi che hanno applaudito le prodezze degli atleti.

Altimiras ha vinto nel tempo di 31:28.2, al 2° posto Francesco De Fabiani (CS Esercito) a 54”1, campione italiano in tecnica libera in salita, alle sue spalle Stefano Gardener (Cs Carabinieri) a 57”5 , 4° Sergio Bonaldi (Cs Esercito) a 2’03”, 5° Maicol Rastelli (Cs Esercito), 6° Stefan Zelger (Cs Esercito), 7° Luca Del Fabbro (Fiamme Gialle), 8° Simone Daprà (Fiamme Oro), 9° Michale Galassi (Sc Orsago) e 10° Paolo Fanton (Cs Carabinieri).

In campo femminile ha vinto Ilaria Debertolis (Fiamme Oro) nel tempo di 39’53”4, 2° Elisa Brocard (Cs Esercito) a 21”7, 3° Valentsina Kaminskaya (Ukraina) a 38”, 4° Cristina Pittin (Cs Esercito), 5° Caterina Ganz (Fiamme Gialle), 6° Giulia Stuerz (Fiamme Oro), 7° Lucia Scardoni (Fiamme Gialle), 8° Sara Pellegrini (Fiamme Oro) Virginia De Martin (Cs Carabinieri)  Villa Carola (Andorra).

 

CAMPIONATI ITALIANI SENIOR MASCHILE TECNICA LIBERA IN SALITA

1 FRANCESCO DE FABIANI (CS ESERCITO)

2 STEFANO GARDENER (CS CARABINIERI)

3 SERGIO BONALDI (CS ESERCITO)

 

CAMPIONATI ITALIANI SENIOR FEMMINILI TECNICA LIBERA IN SALITA

1 ILARIA DEBERTOLIS (FIAMME ORO)

2 ELISA BROCARD (CS ESERCITO)

3 CRISTINA PITTIN (CS ESERCITO)

CAMPIONATI ITALIANI U23 MASCHILE TECNICA LIBERA IN SALITA

1 LUCA DEL FABBRO (FIAMME GIALLE)

2 SIMONE DAPRA’ (FIAMME ORO)

3 PAOLO VENTURA (CS ESERCITO)

 

CAMPIONATI ITALIANI U23 FEMMINILI TECNICA LIBERA IN SALITA

1 CRISTINA PITTIN (CS ESERCITO)

2 MARTINA BELLINI (CS ESERCITO)

3 ILENIA DEFRANCESCO (CS ESERCITO)

 

CAMPIONATI ITALIANI U20 MASCHILE TECNICA LIBERA IN SALITA

1 LUCA DEL FABBRO (FIAMME GIALLE)

2 DAVIDE GRAZ (FIAMME GIALLE)

3 STEFANO DELLAGIACOMA (CS CARABINIERI)

 

CAMPIONATI ITALIANI U20 FEMMINILE TECNICA LIBERA IN SALITA

1 MARTINA DI CENTA (CS CARABINIERI)

2 ALESSIA DE ZOLT PONTE (CS CARABINIERI)

3 LAURA COLOMBO (SC PRIMALUNA)

 

CAMPIONATI ITALIANI U18 MASCHILE TECNICA LIBERA IN SALITA

1 RICCARDO MASIERO (SC MONTEBELLUNA)

2 LUCA SCLISIZZO (FIAMME GIALLE)

3 ALESSANDRO CHIOCCHETTI (SC MONTI PALLIDI)

 

CAMPIONATI ITALIANI U18 FEMMINILE TECNICA LIBERA IN SALITA

1 GIULIA COZZI (UBI BANCA GOGGI)

2 LUCIA TOBOLO DE LORENZO (US PADOLA)

3 VALENTINA LOSS (US PRIMIERO)

36.a edizione dello Skiri Trophy XCountry

Il 19 e 20 gennaio al Centro del Fondo di Lago di Tesero (TN)

“Skirilonga” riservata a due concorrenti del medesimo gruppo familiare

G.S. Castello al lavoro per portare in Val di Fiemme una marea di nazioni

 

 

Anche il prossimo anno lo Skiri Trophy XCountry della Val di Fiemme (TN) è chiamato a regalare un’ondata di vitalità ai piccoli degli sci stretti, alla volta di una 36.a edizione indimenticabile targata 19 e 20 gennaio 2019 al Centro del Fondo di Lago di Tesero. La scorsa edizione portò in terra fiemmese tante nazioni in un festival di colori ed entusiasmo che poche manifestazioni riescono costantemente a garantire, un contest che funge da trampolino di lancio per tutti i giovani vogliosi di “faticare” mettendo in pratica gli insegnamenti di questa meravigliosa disciplina in grado di allenare mente e corpo.

Il comitato organizzatore del Gruppo Sportivo Castello è già al lavoro e, se è ancora presto per le novità, trapela già una certezza, la conferma della partnership con la Marcialonga di Fiemme e Fassa che diede vita alla “Skirilonga”, progetto che intende unire il lavoro dei due comitati organizzatori trentini e due o più generazioni di sciatori in una sfida unica e affascinante. L’intento è quello di diffondere la conoscenza della Marcialonga (27 gennaio) ai fondisti in erba e dare nuovo impulso ai concorrenti della ski-marathon, incentivando i giovani a praticare la disciplina e perché no, a portarli nel magico mondo innevato di Skiri.

La partecipazione alla classifica della combinata - determinata da un algoritmo che combinerà il risultato del genitore con quello del figlio o della figlia allo Skiri Trophy 2018 dando egual importanza alle due prestazioni - è gratuita e riservata a due concorrenti dello stesso gruppo familiare, con premiazione dei vincitori sul podio della Marcialonga a Cavalese.

Appuntamento dunque al 2019 con la trentaseiesima edizione dello Skiri Trophy XCountry da segnare subito in calendario, la massima espressione dello sci di fondo per i giovani è sempre e solo in Val di Fiemme.

Info: www.skiritrophy.com

OGGI ALLE ORE 12.50 E ALLE ORE 16.00

Seconda edizione della Fiemme Rollerski Cup sui canali della televisione nazionale
Rai Sport trasmetterà l’evento con il commento di Gianfranco Benincasa
Prova di Coppa del Mondo e Finale Guide World Classic Tour


La seconda edizione della Fiemme Rollerski Cup si mostrerà al grande pubblico sui canali di Rai Sport oggi alle ore 12.50 e alle ore 16.00. 
Verranno mostrate le immagini della splendida Val di Fiemme (TN) e delle competizioni valevoli per la finale del Guide World Classic Tour e della Coppa del Mondo FIS Rollerski andate in scena il 15 e 16 settembre scorsi. La 50 km con finale sulla terribile Final Climb dell’Alpe Cermis ha messo in evidenza le performances di campioni del calibro di Tord Asle Gjerdalen e Astrid Oyre Slind, vincitori di giornata, mentre nella sfida di Coppa del Mondo hanno trionfato Evgenj Dementiev e Alena Prochazkova, con le sfere di cristallo assegnate a quest’ultima e a Robin Norum.
Commento tecnico affidato al giornalista RAI Gianfranco Benincasa. 

E' cominciato a Ramsau il raduno del quartetto élite di Coppa del mondo che rimarrà in Austria fino a venerdì 12 ottobre. Il direttore tecnico Fabrizio Curtaz ha convocato Dominik Windisch, Lukas Hofer, Dorothea Wierer e Lisa Vittozzi, dove hanno trovato i compagni di squadra del gruppo A con Nicole Gontier, la rientrante Alexia Runggaldier, Federica Sanfilipo, Thierry Chenal, Giuseppe Montello, Thomas Bormolini e Saverio Zini, che concluderanno il loro impegno domenica 7 ottobre. In programmi test sugli skiroll e naturalmente al poligono di tiro.

A Ramsau c'è anche la squadra B fino al 6 ottobre, che poi si trasferirà fino al 9 ottobre ad Anterselva fino al con Patrick Braunhofer, Michael Durand, Daniele Cappellari, Simon Leitgeb, Mattia Nicase, Paolo Rodigari, Irene Lardschneider, Michela Carrara ed Eleonora Fauner.

Conto alla rovescia per la 40esima edizione della “Gara Internazionale di Skiroll Sportful”, una classicissima della disciplina, addirittura un appuntamento storico per lo sport feltrino e bellunese.

Grazie al costante impegno della famiglia Cremonese e degli organizzatori (Sci Nordico Sportful, Polisportiva Sovramonte ed Enal Sport Villaga), la due giorni di gare (sabato 6 ottobre alle 18 la “Sprint dei Campioni” in Campogiorgio, domenica mattina dalle 10 la tradizionale ascesa da Pedavena a Croce d’Aune) si annuncia anche quest’anno come un appuntamento di assoluto livello e richiamo a livello nazionale e non solo.

La competizione sarà infatti valida anche come campionato italiano assoluto in salita della disciplina e rappresenta una sorta di ultimo test in vista dell’avvio della stagione invernale degli sci stretti, oramai alle porte. Anche per questo nel fine settimana arriverà a Feltre e Pedavena tutta la nazionale italiana maschile di fondo, con atleti del calibro di Federico Pellegrino, Dietmar Noeckler, Maicol Rastelli, Francesco Defabiani, Mirco Bertolina e Giandomenico Salvadori.

Con loro le atlete della nazionale femminile Elisa Brocard, Greta Laurent, Ilaria Debertolis, Lucia Scardoni, Anna Comarella, Caterina Ganz, Sara Pellegrini, Virginia De Martin Topranin. Sulle rampe del Passo Croce d’Aune si sfideranno poi anche gli atleti delle nazionali di Ucraina, Spagna e Andorra, oltre ai migliori giovani del circuito e due campioni norvegesi del calibro di e Anders Gløersen e Eide Mari.

“Non possiamo che essere soddisfatti per un appuntamento che ha saputo resistere e rafforzarsi lungo 40 anni di storia, tanto da accreditarsi come uno dei punti di riferimento assoluti a livello nazionale per la disciplina dello skiroll”, le parole di Alessio Cremonese, amministratore delegato di Manifattura Valcismon. “Vedere così tanti campioni alle partenze di Feltre e Pedavena, ha aggiunto Cremonese, ci rende orgogliosi e ci sprona ad andare avanti, ben oltre il traguardo dei 40 anni”.

Dall’11 al 13 gennaio le Coppe del Mondo in Val di Fiemme (TN)

Convocati Pittin, Buzzi, Kostner, Luca e Veronica Gianmoena, Parolari, Runggaldier e Maierhofer

Il prossimo gennaio cinque sfide di Coppa del Mondo in tre giorni

HS135 di Predazzo protagonista - frazioni di fondo a Lago di Tesero

 

 

Questa settimana la nazionale azzurra di combinata nordica è in raduno a Predazzo (TN), e tra i convocati del direttore tecnico Federico Rigoni vi sono Alessandro Pittin, Raffaele Buzzi, Aaron Kostner, Luca Gianmoena, Denis Parolari, Lukas Runggaldier, Veronica Gianmoena e Manuel Maierhofer.

Inizia dunque a delinearsi il team che disputerà la Coppa del Mondo proprio sul trampolino HS135 di Predazzo, dall’11 al 13 gennaio. Dopo il Tour de Ski infatti, il comitato organizzatore Fiemme Ski World Cup si metterà al lavoro in vista delle prove dei saltatori, non solo per quanto riguarda la combinata nordica ma anche per il salto con gli sci, che tornerà in Val di Fiemme nelle medesime giornate.

L’impianto trentino ove si trovano i trampolini è spesso scelto dagli agonisti di tutto il mondo anche per gli allenamenti, con atleti tedeschi, austriaci e polacchi sovente ad intervallarsi ai nostri azzurri, e dall’11 al 13 gennaio lo spettacolo di certo non mancherà sul trampolino HS135, con Predazzo sede delle frazioni di salto dei combinatisti e delle prove in notturna degli specialisti.

Numerosi i nomi di spicco ad intervallarsi nello scenario fiemmese, dal leggendario Kamil Stoch – tre ori olimpici e due mondiali – al combinatista Eric Frenzel, deludente lo scorso gennaio in Val di Fiemme ma frutto della preparazione mirata ai Giochi Olimpici di PyeongChang 2018, dove si portò a casa un’altra prestigiosa medaglia d’oro. Il germanico punta all’ennesima Coppa del Mondo e il trampolino predazzano è uno dei suoi preferiti, con performance strabilianti che spesso gli hanno fatto guadagnare buoni margini in vista delle successive frazioni sugli sci da fondo a Lago di Tesero.

Alla soddisfazione del comitato fiemmese va aggiunta quella dell’intera regione, grazie all’enorme visibilità che gli eventi daranno alle piste e al territorio. Gli appuntamenti di salto e combinata nordica saranno uno stimolo in più anche per i nostri azzurri, dall’unico medagliato olimpico nella disciplina Alessandro Pittin a Samuel Costa, di ritorno dopo essere stato a lungo ai box a causa di tre operazioni.

Gli appassionati potranno dunque assistere a cinque sfide di Coppa del Mondo di assoluto livello in tre giorni, eleggendo ancora una volta la Val di Fiemme a punto di riferimento assoluto delle discipline nordiche.

Info:www.fiemmeworldcup.com

Pagina 4 di 518
Top