Redazione

Redazione

Suspendisse at libero porttitor nisi aliquet vulputate vitae at velit. Aliquam eget arcu magna, vel congue dui. Nunc auctor mauris tempor leo aliquam vel porta ante sodales. Nulla facilisi. In accumsan mattis odio vel luctus.

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Novità per la granfondo di maggior tradizione dell'Alto Adige: oltre al tracciato sui 60 chilometri ci sarà anche una prova sui 35 chilometri. Appuntamento per sabato 12 gennaio 2019

Val Pusteria (Bolzano), 25 settembre 2018 – Si apriranno lunedì 1 ottobre le iscrizioni alla 42.ma edizione della Pustertaler ski marathon, l'evento di maggior tradizione in Alto Adige per quanto riguarda il calendario delle granfondo. L'appuntamento con la manifestazione è per sabato 12 gennaio 2019.

Si tratta di un appuntamento che riserva una novità importante agli appassionati: oltre al tradizionale percorso sui 60 chilometri, infatti, la Pustertaler ski marathon 2019 proporrà anche un tracciato ridotto di 35 chilometri. Il percorso sui 60 chilometri partirà da Braies (frazione di Ferrara) per toccare Villabassa, Dobbiaco (Nordic Arena), Landro (qui il giro di boa, con suggestiva vista sulle Tre Cime di Lavaredo) e San Candido, prima del traguardo finale a Sesto.

La gara sui 35 chilometri avrà partenza a Braies e arrivo a Sesto ma non prevede il passaggio per la Valle di Landro. Sia per il percorso sui 60 chilometri sia per quello sui 35 chilometri la tecnica sarà quella classica. «Abbiamo pensato di introdurre una gara più breve per favorire la partecipazione di quegli atleti che, a inizio stagione, ancora non hanno molti chilometri di allenamento e per i quali affrontare la prova sui 60 sarebbe problematico» spiega Alfredo Prenn, presidente del comitato organizzatore.

«Stiamo lavorando da tempo a questa 42.ma edizione, insieme alle varie associazioni del territorio, per garantire a tutti i concorrenti un'esperienza da ricordare nelle nostre valli».

Le iscrizioni andranno perfezionate sul sito ufficiale della manifestazione: www.ski-marathon.com. La quota di adesione, che è rimasta invariata rispetto all'edizione 2018 e che sarà uguale per entrambi i tracciati, sarà di 50 euro per i primi tre mesi, vale a dire fino al 24 dicembre 2018. Dal 25 dicembre a mercoledì 9 gennaio 2019 sarà di 56 euro. Per chi si iscriverà alla segreteria della manifestazione, presso la Nordic Arena di Dobbiaco, ci sarà una maggiorazione di 5 euro.

Per approfondimenti: www.ski-marathon.com.

Archiviata la due giorni di skiroll fra Sovere e Bobbio, la nazionale di Coppa del mondo è pronta a tuffarsi nella trasferta di Seefeld, dove si svolgerà il prossimo raduno da martedì 25 a venerdì 5 ottobre, nella località dove si svolgerà la prossima edizione dei Mondiali dal 19 febbraio al 3 marzo 2019.

Il direttore tecnico Marco Selle ha convocato i seguenti atleti: Elisa Brocard, Greta Laurent, Ilaria Debertolis, Caterina Ganz, Lucia Scardoni, Anna Comarella, Francesco De Fabiani, Federico Pellegrino, Dietmar Noeckler, Giandomenico Salvadori, Maicol Rastelli e Mirco Bertolina con gli allenatori Stefano Saracco, Simone Paredi. Il viaggio sarà preceduto dai test fisiologici per Brocard, Laurent, De Fabiani e Pellegrino nella sede del CeRism di Rovereto (Tn).

La squadra under 20 invece è impegnata a Predazzo (Tn) fino al 28 settembre con Laura Colombo, Augusto Celon, Luca Del Fabbro, DAvide Graz, Stefano Dellagiacoma, Rebecca Bergagnin, Alessia De Zolt Ponte e Martina Di Centa.

42 km sabato 2 febbraio 2019  -  30 km domenica 3 febbraio 2019

 

Il quarto anno consecutivo, la Granfondo Dobbiaco-Cortina fa parte del prestigioso circuito internazionale Visma Ski Classics. Novità del circuito è, che delle 12 gare nel calendario, quest’anno ci sarà anche una gara a Skating, l’amatissima Engadin Skimarathon.

La 42esima edizione della Granfondo Dobbiaco-Cortina si svolgerà come l’anno scorso il primo weekend di febbraio, il 2 e 3 febbraio 2019, una settimana dopo la Marcialonga. Cambiata è la distanza della gara in Classico di sabato, che si disputerà su un tracciato di 42 km (invece dei 50 km dell’anno scorso). Su richiesta di tanti amatori, non si scierà sulla pista agonistica della Coppa del Mondo della Nordic Arena di Dobbiaco, ma si andrà direttamente sul tracciato della vecchia ferrovia verso la Valle di Landro. Invariata la distanza della gara a Skating di domenica.

David Nilsson, responsabile della Visma Ski Classics vede un grande potenziale nella gara alto atesina: “Già l’anno scorso, con i quasi 2.000 iscritti, si è raggiunto un grande obiettivo. Quest’anno abbiamo già raddoppiato le iscrizioni fino ad ora, che fa sperare in un nuovo record d’iscrizioni! Il tracciato è sicuramente uno dei più belli del mondo ed è unico, con le sue due gallerie e con l’arrivo a Cortina d’Ampezzo.”

Iscrizioni entro il mese di settembre avranno prezzi agevolati. Per la gara in classico il prezzo è 85 € e il prezzo d’iscrizione per la gara a skating è 60 € (5 € in meno dell’anno scorso). Per info ed iscrizioni www.dobbiacocortina.org

Oggi splendida giornata per la 2.a edizione della Trirace Dolomites in Val di Fassa (TN)

Alex Oberbacher e Chiara Caminada insuperabili nella prova individuale

Tra le squadre successo di Trentino Robinson e al femminile del Team Pellegrin

Da Soraga al Sass Pordoi con skiroll, bici e skyrunning organizzato dall’ASD Pellegrin di Soraga

 

 

Il tempo imbronciato di buon mattino non faceva presagire nulla di bello, oggi in Val di Fassa (TN), e nemmeno le temperature fresche. Poi, poco prima che si alzasse il sipario sulla seconda edizione della Trirace Dolomites, da Soraga sino al Sass Pordoi con skiroll, bici e skyrace, il cielo si è rischiarato ed il sole ha scaldato atleti ed ambiente.

L’altoatesino Alex Oberbacher, al suo bis consecutivo, e Chiara Caminada sono i grandi protagonisti di questo particolare triathlon. In gara anche le staffette con successi del Team Trentino Robinson, grazie ai due “best time” di Mauro Brigadoi ed Armin Dalvai ed un secondo tempo nella corsa di Francesco Trenti, e al femminile del Team Pellegrin con le performance di Stefania Corradini, Caterina Piller e Giorgia Felicetti. Una gara decisamente impegnativa ma altrettanto gratificante.

Ad aprire la contesa lo skiroll con lo start da Soraga alle 9.30. Mauro Brigadoi, inclemente, ha ingranato subito... la quarta e si è involato tutto solo andando a chiudere la prima frazione con 36’44”, con quasi 2’ su Francesco Ferrari e Simone Varesco, mentre l’atteso Bruno Debertolis finiva la frazione col quarto tempo a quasi 3’. Tra gli individuali spiccava il tempo di Gelmi (42’48”) con 2” su Oberbacher. Al femminile Chiara Caminada (48’26”) si difendeva bene nel confronto tra i maschi, mentre la “svedesina” di Fiemme Stefania Corradini portava il Team Pellegrin subito in prima fila con un 47’08”.

A Canazei aveva inizio la seconda frazione con l’attacco al Pordoi. Il primo ad affrontare in bicicletta i 33 tornanti del Pordoi era l’altoatesino Armin Dalvai lanciato da Brigadoi. La sua è stata una veloce e solitaria cavalcata. Ha fatto segnare pure lui il miglior tempo con un significativo 36’49”, mentre Zamboni, che aveva ricevuto il testimone da Debertolis in quarta posizione, era autore del secondo tempo.

Nella terza frazione la salita lungo il ripidissimo canalone che porta alla Forcella Pordoi cambiava un po’ le carte in tavola. Per la staffetta di testa non cambiava nulla, Francesco Trenti ha badato a controllare a distanza gli avversari. Chi invece ha sorpreso è stato Simone Costa, il migliore nella salita che ha portato così il team Pellegrin al secondo posto. Paolo Longo si inchinava alla gioventù dei due rivali che lo hanno preceduto e così ha portato sul podio, al terzo posto, il team Robinson II.

Grande gara per Alex Oberbacher, abile a chiudere sotto le due ore (1h59’11”), addirittura col quarto tempo di giornata considerando le staffette con gli atleti a completare solo una frazione ciascuno. Oberbacher è scivolato via prima con gli skiroll, poi ha cavalcato alla grande sui pedali ed infine ha rifinito l’impresa con una prova stellare di corsa, la sua disciplina. Gran gara anche di Enrico Cozzini che si è reso autore di un veloce finale. Secondo posto per lui davanti al vicentino Stefano Zanotto. L’altro vicentino Gelmi dopo un inizio travolgente ha pagato lo sforzo e si è classificato settimo.

La gara individuale femminile ha avuto una sola, e grande, protagonista. Chiara Caminada, 11.a assoluta, si è lasciata dietro tanti “maschietti”, segno che la classe non è acqua.

Frizzante anche la gara femminile in staffetta. Stefania Corradini, velocissima con gli skiroll, Caterina Piller altrettanto veloce con la bici sui tornanti del Pordoi, e Giorgia Felicetti, skyrunner di razza, non hanno avuto rivali.

Gli splendidi scenari della Val di Fassa col traguardo in cima al Sass Pordoi hanno implementato un successo senza ombre, con l’organizzazione dell’ASD Pellegrin a meritarsi applausi e consensi. Ora non rimane che pensare alla terza edizione. Info: www.triracedolomites.com

 

Individuale maschile

1 Oberbacher Alex Tornado 1:59:11; 2 Cozzini Enrico G.S. Fraveggio 2:11:20; 3 Zanotto Stefano Sci Club Orsago 2:12:55; 4 Manfroi Simone Bogn Da Nia Val De Fasha Asd 2:14:13; 5 Guadagnini Thomas 2:15:39; 6 Barp Toni Vasabroke Poiana A.S.D. 2:18:17; 7 Gelmi Giacomo G.S.A Montegrappa A.S.D. Bassano 2:19:00; 8 Chiocchetti Erwin Ski Team Fassa A.S.D. 2:22:44; 9 Mosconi Marco Team Futura 2:23:49; 10 Gardener Matteo U.D.S. Cermis 2:24:16

 

Individuale femminile

1 Caminada Chiara Ski Nordico Torino 02:24:52

 

Staffette maschili

1 Team Trentino Robinson Trainer 01:46:27; 2 Team Pellegrin 01:50:06; 3 Team Trentino Robinson Trainer 2 01:50:27; 4 Team Porteri 02:00:17; 5 Team Dromedario 02:01:08; 6 Team Pellegrin 2 02:03:55; 7 Team 3s Soraga 02:07:20; 8 I Tiezeri 02:09:00; 9 Gsalpini Asiago 02:10:22; 10 Team Runningandmore 2 02:19:25

 

Staffette femminili

1 Team Pellegrin Femminile 02:25:21; 2 Team Runningandmore Woman 02:35:28; 3 Littoria Brothers Team 02:55:58

Grande successo a Sovere per festeggiare i 50 anni del sodalizio GSA Sovere Penne Nere.

Per l’8a edizione Daniele Martinelli ha scelto un nuovo percorso ed ha cambiato tecnica, si è passati alla tecnica di pattinaggio. Partenza da Costa Volpino sul lago d’Iseo e dopo aver costeggiato per alcuni chilometri il lago con paesaggi mozzafiato la strada si inerpicava per arrivare poi nell’abitato di Sovere. Federico Pellegrino (Fiamme Oro), ancora una volta è il re di Sovere, dopo la vittoria nella sprint di Forni Avoltri torna alla vittoria nel bergamasco dopo una gara tiratissima che l’ha visto protagonista indiscusso vincere una lunga volata davanti ai francesi Chauvin FRA e Backscheider, ottimo quarto posto per il giovanissimo Davide Graz (Fiamme Gialle) e quinto Francesco De Fabiani (Cs Esercito), sesto Luca Del Fabbro (Fiamme Gialle), settimo Dietmar Noeckler (Fiamme Oro), ottavo Claudio Muller (Cs Carabinieri), nono Lorenzo Romano (Cs Esercito) e decimo Daniele Serra (Cs Esercito).

In campo femminile la vittoria è andata ad Elisa Brocard (Cs Esercito) che ha preceduto la compagna di squadra Alice Canclini e 3a Ilaria Debertolis (Fiamme Oro).

4a Greta Laurent (Fiamme Gialle), 5a Cristina Pittin (Cs Esercito), 6a Ilenia Defrancesco (Cs Esercito), 7a Martina Bellini (Cs Esercito), 8a Lisa Bolzan (Sc Orsago), 9a Chiara De Zolt Ponte (Cs Carabinieri) e 10a Chiara Becchis (Cs Carabinieri).

 

DOWNLOAD ALLEGATI:

Tre incontri sullo sport il 26 settembre, 5 e 6 ottobre

Il Comune di Predazzo (TN) sede delle operazioni

Orchestreranno gli incontri Giuseppe Chenetti ed Erik Benedetto

Marcialonga unita per i ragazzi delle Valli di Fiemme e Fassa (TN)

 

Il comitato Marcialonga darà vita ad una serie d’incontri per educare i bambini e i ragazzi ai valori dello sport e del divertimento applicabili alla propria disciplina, e perché no, alla vita stessa. L’attività fisica è fondamentale sia dal punto di vista dello sviluppo fisico che dei benefici psicologici, educativi e sociali.

Lo Sci Club Marcialonga intende dunque diffondere la cultura dello sport, promuovendo i propri valori comportamentali e il sano divertimento. Verranno così invitati gli specialisti di settore, con i diversi interlocutori ad instaurare un dialogo “aperto” assieme a tutti i partecipanti presenti. Partenza il 26 settembre alle ore 20.30 presso il Comune di Predazzo (TN) con Giuseppe “Sepp” Chenetti, Istruttore Nazionale di Sci di Fondo e Allenatore IV livello CONI, ad aprire la serie di incontri riservati a presidenti ed allenatori delle società sportive ed alle scuole (insegnanti, dirigenti) delle Valli di Fiemme e Fassa, col tema “passione e divertimento per bambini e giovani dai 6 ai 14 anni”. La seconda serata si terrà invece il 5 ottobre nella medesima location e allo stesso orario – ed in compagnia di Chenetti vi sarà anche il fisioterapista e preparatore atletico Erik Benedetto, con i due a replicare la giornata successiva (6 ottobre) - questa volta alle ore 9 mattutine - per l’ultimo incontro teorico/pratico sullo sviluppo motorio del bambino e del giovane: “Le tappe dell’età evolutiva e il relativo sviluppo motorio”, con anche degli esercizi pratici attraverso il gioco.

“Promuoveremo lo sport in generale – afferma Chenetti - vedremo di far capire l’importanza di provare esperienze nuove e discipline diverse per arricchire il proprio bagaglio, e lo stare assieme agli altri. Come presupposto per preparare i ragazzi al futuro non ci sono solamente i risultati che non contano a livello giovanile. Il nostro sarà un ragionamento generale non solo in funzione degli sport invernali, e consiglieremo di far praticare diversi sport ai ragazzi sin dalla tenera età, dimodoché possano scegliere. Porteremo testimonianze, mostrando anche come ci si può allenare divertendosi”, conclude il coach.

Marcialonga allarga così il proprio bacino d’utenza, dedicandosi non solo alle prove sportive Skiing, Craft (ciclismo) e Coop (corsa), bensì ad una serie di attività volte allo sviluppo della propria comunità, come in occasione della recente premiazione dei ragazzi più meritevoli delle Valli di Fiemme e Fassa, e la consegna di quattro prestigiose borse di studio per meriti scolastici e sportivi.

Info: www.marcialonga.it

La recente candidatura italiana per le Olimpiadi invernali del 2026 offre alle montagne del nostro Paese una grande occasione di promozione sportiva e turistica aperta al mondo intero. Di ciò è fermamente convinta la Federazione Italiana Sport Invernali, e di ciò è pienamente convinto il suo Presidente, Flavio Roda, anche membro della Giunta Nazionale Coni.

"Si tratta di un'occasione di visibilità enorme che permetterà alle stazioni sciistiche italiane di farsi conoscere nel mondo e di aumentare così la propria notorietà e attrattiva turistica per gli anni a venire", ha detto Roda.

Quali possano essere i risultati d'immagine prodotti dai Giochi Olimpici lo raccontano i dati legati all'Olimpiade di Torino del 2006: i territori olimpici videro crescere la loro notorietà in particolare presso il pubblico europeo e nordamericano (+ 10%, ricerca Metis) e la stessa città di Torino fu percepita come meta turistica culturale, d'arte e sport per la gran parte del pubblico, che fino a quel momento ne aveva una percezione solo di città industriale (+50% di visite turistiche nei successivi cinque anni).

Non c'è dubbio, quindi, che ospitare un'edizioni dei Giochi porti molti più benefici a livello promozionale, e su un pubblico molto più ampio e trasversale, rispetto ad una qualunque campagna pubblicitaria che gli stessi territori potrebbero acquistare sui media tradizionali.

Per questi motivi la Federazione intende avviare una campagna che sostenga la montagna italiana, alpina e appenninica, anche in relazione all'impegno del nostro Paese nella candidatura ai Giochi Olimpici 2026.

2.a Trirace Dolomites domenica 23 settembre in Val di Fassa (TN)

Chiara Caminada al via. Team Pellegrin con Francesco Ferrari, Patrick Seeber e Alessandro Vuerich

Iscrizioni aperte a 100 euro per i team e a 50 euro per i singoli in scadenza il 20 settembre

A.S.D. Pellegrin Cycling Team ringrazia chi rende possibile l’evento

 

 

Trirace Dolomites domenica 23 settembre ai nastri di partenza, per far vivere a tutti i partecipanti della seconda edizione l’incanto delle Dolomiti di Fassa (TN), nelle frazioni di 14.5 km e 255 metri di dislivello sugli skiroll, 12 km e 774 metri di dislivello in bicicletta e 2.5 km e 711 metri di dislivello di corsa, in squadra o in singolo. La partenza è fissata alle ore 9.30 da Soraga, in Val di Fassa, con le iscrizioni agevolate in scadenza nella giornata di giovedì 20 settembre, a 100 euro per i team composti da tre atleti e a 50 per gli sfidanti individuali, e la borraccia Shiva 500cc personalizzata Trirace Dolomites, nata in collaborazione con la ditta olandese “Tacx” leader del settore, a far parte del ricco pacco gara.

All’esordio alcuni atleti erano titubanti sul proprio stato di forma e sulle difficoltà insite nella manifestazione, ma quest’anno si sono già ricreduti dopo aver assistito in prima persona alla bellezza della gara e alla fattibilità del percorso, si registrano così competitors che precedentemente avevano partecipato in squadra e che ora hanno deciso di affrontare in solitaria l’interezza del tracciato. Ai partecipanti già iscritti, tra i quali Bruno Debertolis nella prima frazione sugli skiroll, Andrea Zamboni in bicicletta e Paolo Longo a chiudere i conti, a vedersela nell’ordine con Mauro Brigadoi, Jarno Varesco e Simone Trenti, si accoderanno gli atleti singoli tra cui Alex Oberbacher a cercare il bis dopo il trionfo nella prima edizione. Ci sarà anche Chiara Caminada, vincitrice della scorsa Combinata Punto3 Craft della Marcialonga che somma i tempi degli atleti negli eventi di sci di fondo, ciclismo e corsa, iscritta dell’ultim’ora e pronta a cimentarsi con skiroll, ciclismo e corsa, questa volta in una sola gara.

Il comitato A.S.D. Pellegrin Cycling Team è al lavoro da diversi mesi ed avrà una propria squadra anche all’interno della competizione, composta da Francesco Ferrari, Patrick Seeber e Alessandro Vuerich.

Il C.O. fassano ringrazia infine la Provincia Autonoma di Trento, l’APT Val di Fassa e tutti i comuni fassani, la Croce Bianca di Canazei, il Soccorso Alpino Alta Val di Fassa, i Vigili Urbani e i Vigili del Fuoco della Val di Fassa, SITC Canazei e una “montagna di volontari” tra i quali i tesserati del Pellegrin Team e gli amici della Val di Fassa, senza dimenticare gli sponsor privati. Per info ed iscrizioni: www.triracedolomites.com

Pagina 6 di 518
Top