Redazione

Redazione

Suspendisse at libero porttitor nisi aliquet vulputate vitae at velit. Aliquam eget arcu magna, vel congue dui. Nunc auctor mauris tempor leo aliquam vel porta ante sodales. Nulla facilisi. In accumsan mattis odio vel luctus.

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

FRANCESCO BECCHIS E ANGELO BUTTIRONI SECONDI NELLA MASS START DI KHANTY MANSIYSK

VITTORIE PER GRIGORIEV E BEZGIN

Gare maschili molto tirate nel centro di Khanti Mansiysk vinte entrambe da due russi: Alexander Grigoriev nella categoria juniores e Ilia Bezgin tra i senior.

L’Italia sale due volte sul podio grazie a Francesco Becchis che vince la volata degli inseguitori e ad Angelo Buttironi negli junior che arriva in scia al forte russo Grigoriev.

La gara si è vivacizzata già al secondo giro con un primo attacco di Ilia Bezgin che è stato raggiunto dal gruppo.

Al terzo giro il gruppo era nuovamente compatto con gli italiani Matteo Tanel e Francesco Becchis che prendono l’iniziativa e guidano il gruppo, ma è a metà del quarto giro che Ilia Bezgin rompe gli indugi e riesce a guadagnare 50 metri di vantaggio sugli inseguitori che si controllano e lasciano al russo la possibilità di aumentare il vantaggio.

Bezgin ci crede e riesce a tagliare per primo il traguardo senza farsi raggiungere. A 2”8 arriva la volatona che vede Francesco Becchis (Under Up) precede tutti e guadagnare il secondo posto del podio. Terzo è il russo Ivan Anisimov, quarto Emanuele Becchis, 5 Erik Silfver e 6 Matteo Tanel, 18° Alessio Berlanda a 12”.

Gara completamente diversa per la categoria junior maschile, che dopo un inizio in cui gli atleti si controllano tra di loro è Angelo Buttironi a rompere gli indugi e prova ad aumentare l’andatura che screma il gruppo, che però rimane compatto fino all’ultimo giro quando, Alexander Grigoriev attacca da lontano ed Angelo Buttironi riesce a mettersi in scia, ma il russo è troppo forte e vince con alcuni metri di vantaggio. Ottimo secondo posto per Angelo Buttironi che riesce a chiudere a 0,70/100, 3° Kostantin Mochalov RUS a 1.9.

Ottima prova di Riccardo Masiero che chiude settimo a 2.7 in rimonta nell’ultimo rettilineo.

La classifica di Coppa del Mondo senior, vede saldamente al comando Robin Norum SWE con 622 punti, 2° Victor Gustafsson SWE con 553 punti, 3° Erik Silver SWE con 409, 4° Francesco Becchis con 294, 5° Emanuele Becchis con 291,6 Matteo Tanel con 286 e 14° Alessio Berlanda con 161 punti.

Negli junior maschi Alexander Grigoriev è saldamente al comando con 682 punti, 2° Johan Ekberg SWE con 603 punti, 3° Angelo Buttironi con 520 punti, 6° Riccardo Masiero 346 punti.

 

 

ALBA MORTAGNA FA RISUONARE L’INNO DI MAMELI A KHANTY MANSIYSK

LISA BOLZAN QUARTA TRA LE SENIOR

Ci voleva la presenza di Elena Vialbe, presidente della federazione russa e pluricampionessa ai tempi di Stefania Belmondo, per far risuonare nella piazza principale di Khanty Mansiynsk l’inno di Mameli che ha interrotto per una volta l’esecuzione dell’inno russo.

Alba Mortagna (Sc Valdobbiadene) è partita da lontano con una lunga volata che le ha permesso di precedere la tedesca Merle Richter e la svedese Hanna Abrahamsson sul traguardo.

Alba si è sbloccata ed ha vinto la sua prima mass start nel circuito di Coppa del Mondo e questo le darà sicuramente fiducia in vista della prossima Coppa del Mondo di Trento.

Chiara Becchis (Cs Carabinieri) è giunta quinta.

Nella categoria senior femmine il successo è andata a Ulyana Gravilova che ha preceduto sul traguardo la leader di Coppa del Mondo Alena Prochazkova e la vincitrice della sprint di ieri Olga Letoucheva. Quarta Lisa Bolzan (Sc Orsago) battuta al fotofinisch dalla Letoucheva.

Nona Anna Bolzan (Sc Orsago).

Nella classifica di Coppa del Mondo tra le junior femmine guida ancora la classifica Moa Hansson SWE con 606, 2a Alba Mortagna 594, 3a Hanna Abrahamsson SWE 473, 4 Chiara Becchis 420 e 5 Merle Richter GER 321.

Tra le senior femmine è saldamente al comando Alena Prochazkova SVK con 687 punti, 2a Jackline Lockner SWE 469, 3 Sandra Schuetzova CZE 460, 4 Lisa Bolzan 420, 5 Julia Angeslsioeoe SWE 378, 11 Anna Bolzan 233.

 

 

I RISULTATI DELLA PRIMA GIORNATA DEL CRITERIUM NAZIONALE UNDER 14 E UNDER 16

È terminata la prima giornata di gare a Verrayes, in Valle d’Aosta, valida come prova del Criterium nazionale Under 14 e Under 16 e come tappa di Coppa Italia Cascina Bianca di skiroll per tutte le categorie.

L’organizzazione delle competizioni è stata affidata allo Sci Club Amis de Verryes, in collaborazione con lo skiroll Comunità Montana Monte Cervino, con il patrocinio del Comune di Verrayes, sotto l’egida della FISI e del Comitato Valdostano ASIVA.

Lungo i tracciati di 100 metri (categorie Giovanissimi) e 1300 metri, per tutte le altre categorie, ricavati nell’ambito circuito di Rapy, ai piedi della cima Longhede e della Becca d’Aver, si sono dati battaglia settanta atleti provenienti da Piemonte, Lombardia, Friuli, Lazio, Emilia Romagna, Trentino e Veneto.

Gara combattuta sin dall’inizio, che ha visto primeggiare nella categoria Giovanissimi Aurora Giraudo della Valle Stura e il padrone di casa Verrayes, tesserato per il club locale, Gabriele Leone. Vincono la prima prova del Criterium U14 la laziale Maria Gismondi del Winter Sport e Aksel Artusi dello sci club Primaluna. Negli U16 la vittoria va a Laura Mortagna, del Valdobbiadene e al compagno di squadra Riccardo Munari.

L’assoluta femminile è appannaggio di Claudia Lollobattista (Winter Sport), su Dana Tenze (Mladina) e Silvia Pedretti (Marzola), mentre la maschile va a Jacopo Giardina (Team Futura), davanti a Jean-luc Perron (Esercito) e Federico Scanzi (Gromo). L’appuntamento è per la mass start di domani, in programma sempre lungo il percorso di Rapy (Verrayes), dove un centinaio di atleti concorreranno all’assegnazione del Criterium nazionale Under 14 e Under 16 e per i punti di Coppa Italia Cascina Bianca di skiroll.

 

 

EMANUELE BECCHIS, LISA BOLZAN E ALBA MORTAGNA SECONDI NELLA SPRINT DI KHANTY MANSIYSK

EMANUELE BECCHIS ZOPPICANTE RIESCE AD AGGUANTARE UN PODIO INSPERATO

Grande spettacolo a Khanty Mansyinsk per la prova sprint che viene disputata sulla strada principale del capoluogo del circondario autonomo dello Jugra nella Siberia Occidentale.

Organizzazione impeccabile con una forza di volontari incredibile attenta ad ogni dettaglio, con diretta streaming che ha permesso ai molti appassionati di sci nordico di seguire comodamente da case le varie fasi della gara.

Grande preoccupazione era rivolta ad Emanuele Becchis, che ha deciso di gareggiare alcuni minuti prima delle qualifiche, a causa della caduta incorsa giovedì pomeriggio nella prova percorso dell’interval start. Emanuele ha effettuato le qualifiche non al top con l’ottavo tempo, ma è riuscito a passare il turno nella Heat più difficile che lo vedeva impegnato con due russi temibili, Dimitri Voronin, miglior tempo in qualifica e Vitaliy Smirnov 9° tempo. Nella semifinale riusciva a passare il turno battendo a sua volta un altro avversario temibili, Ilia Bezgin.

Finale al cardiopalma con Emanuele che ha stretto i denti fino all’ultimo metro e poi ha dovuto cedere a Dimitri Voronin.

Ha dichiarato a fine gara: ”È stata dura gareggiare oggi. All’inizio ho avuto grossi problemi al braccio. Poi sono riuscito a passare le qualifiche con l’ottavo tempo. È arrivata subito la Heat più difficile con Voronin e Smirnov. Dura anche la semifinale, che era l’obiettivo che mi ero posto prima della gara. Infine la finale ed il secondo posto. Ringrazio i medici dell’organizzazione e dell’ospedale che mi hanno medicato per ben tre volte in questi giorni dopo aver fatto i raggi per capire se non c’era nulla di rotto, molto gentili e disponibili sono stati anche i membri dell’organizzazione. Un grazie speciale lo rivolgo per il sostegno, a tutti i miei compagni di squadra e ai tecnici che hanno creduto in me e mi hanno incoraggiato fino alla fine.”

Alessio Berlanda è stato autore di un’ottima qualifica che gli è valso il secondo tempo a 35/100 da Vorinin. Ha passato agevolmente i quarti e la semifinale, ma in finale gli sono mancate le gambe nell’ultima parte della gara.

Lisa Bolzan, ha confermato il buono stato di forma realizzando il miglior tempo,mentre la sorella Anna chiudeva le qualifichi in quinta posizione. Si è poi dovuta accontentare della settima posizione finale. Lisa Bolzan in finale ha ceduto alla sua rivale di sempre Olga Letoucheva (Russia), giungendo seconda, ma è apparsa in buona forma e anche domani potrà essere della partita e dire la sua.

Tra le junior femmine la norvegese Julie Henriette Arnesen si conferma l’atleta più in forma nelle sprint e dopo la vittoria della Lettonia riesce anche a vincere a Khanty Mansyinsk. Alba Mortagna ha realizzato il terzo tempo in qualifica, distanziata di 34/100 dalla giovane norvegese Arnesen, che in finale ha fatto valere l’ottimo stato di forma del momento.

Alexander Grigoriev si è confermato nella prova junior andando a vincere agevolmente davanti a due suoi compagni di squadra per un podio tutto russo.

Angelo Buttironi è giunto 6° mentre Riccardo Masiero ha concluso 11°.

Domani è prevista la mass start che chiuderà la terza tappa di Coppa del Mondo.

Altre notizie sulla eventuale diretta streaming saranno fornite quanto prima.

Terminata la prima giornata di gare a Verrayes, in Valle d’Aosta, valida come prova del Criterium nazionale Under 14 e Under 16 e come tappa di Coppa Italia Cascina Bianca di skiroll per tutte le categorie.

L’organizzazione delle competizioni è stata affidata allo Sci Club Amis de Verryes, in collaborazione con lo skiroll Comunità Montana Monte Cervino, con il patrocinio del Comune di Verrayes, sotto l’egida della FISI e del Comitato Valdostano ASIVA.

Lungo i tracciati di 100 (categorie Giovanissimi) e 1300 metri, ricavati nell’ambito circuito di Rapy, ai piedi della cima Longhede e della Becca d’Aver, si sono dati battaglia settanta atleti provenienti  da Piemonte, Lombardia, Friuli, Lazio, Emilia Romagna, Trentino e Veneto.

Gara combattuta sin dall’inizio, che ha visto primeggiare nella categoria Giovanissimi Aurora Giraudo della Valle Stura e il padrone di casa Verrayes, tesserato per il club locale, Gabriele Leone.

Vincono la prima prova del Criterium U14 la laziale Maria Gismondi del Winter Sport e Aksel Artusi dello sci club Primaluna.

Negli U16 la vittoria va a Laura Mortagna, del Valdobbiadene e al compagno di squadra Riccardo Munari.

L’assoluta femminile è appannaggio di Claudia Lollobattista (Winter Sport), su Dana Tenze (Mladina) e Silvia Pedretti (Marzola), mentre la maschile va a Jacopo Giardina (Team Futura), davanti a Jean-luc Perron (Esercito) e Federico Scanzi (Gromo).

L’appuntamento è per la mass start di domani, in programma sempre lungo il percorso di Rapy (Verrayes), dove un centinaio di atleti concorreranno all’assegnazione del Criterium nazionale Under 14 e Under 16 e per i punti di Coppa Italia Cascina Bianca di skiroll.

DOWNLOAD ALLEGATI:

TANTA RUSSIA ED UN PO’ DI SVEZIA NELL’INTERVAL DI KHANTY-MANSIYSK

VINCONO NIKOLAEVA (SL), BYLINKO (JL), GRIGORIEV (JM) E GUSTAFSSON (SM).

L’inno russo risuona tre volte al Centro Biathlon di Khanty Mansiynsk grazie alle vittorie di Nikolaeva e Bylinko nelle due categorie femminile e allo junior Alexander Grigoriev, vincitore lo scorso anno, sullo stesso format di gara,ai Mondiali di Solleftea (SWE). Netto dominio tra i senior dello svedese Viktor Gustafsson, già vincitore nella mass start di Madona.

In netto miglioramento Chiara Becchis (CS Carabinieri), giunta quinta, partita un po’ a rilento, ma protagonista di un ottimo recupero finale, è giunta a 23”8 dalla capolista.

Alba Mortagna (Sc Valdobbiadene) è giunta decima a 1:04.5.

Tra le junior la vittoria sui 12 km è andata alla russa Arina Bylinko, davanti alla compagna di squadra Belozerova, terza la svedese Hanna Abrahamsson a 8.8.

Negli Junior maschi la vittoria è andata al russo Alexander Grigoriev, che ha dominato per tutta la gara. Angelo Buttironi (Ubi Banca Goggi) è giunto quinto a 35.5, ma ha accarezzato per un attimo l’illusione di salire sul podio, purtroppo svanita dopo il dodicesimo chilometro per un lieve calo di rendimento.

Tra le senior femmine la vittoria è andata alla Nikolaeva, davanti di soli 4”7 della ceca Sandra Schuetzova e 3a Olga Mikhailova (Russia) a 38.2.

Lisa Bolzan (Sc Orsago) è giunta undicesima con uno svantaggio di 1:50, mentre la sorella Anna (Sc Orsago) è giunta 15a a 2:39.2.

Nei senior maschi Viktor Gustafsson ha dominato fin dai primi metri di gara. Il leader Robin Norum ha ceduto allo strapotere del compagno di squadra ed è giunto secondo a 15”9. 3° il russo Anton Shatagin a 22.2. Ottima prova di Matteo Tanel (Robinson Ski Team) che è giunto settimo a 34.4, 11° Francesco Becchis (Under Up) a 53.8. Alessio Berlanda (Team Futura) non ha concluso la gara preservandosi per la prova sprint di domani, mentre Emanuele Becchis non è partito.

Ottima l’organizzazione, abituata ai grandi eventi con alle spalle anni di esperienza in particolare nel settore del biathlon, con l’organizzazione di prove di Coppa del Mondo e dei Campionati Mondiali.

Dall’Italia e dall’estero è stato possibile seguire la diretta streaming realizzata con grande professionalità.

Domani è prevista la prova sprint dove l’Italia potrà puntare ad un buon risultato con Alessio Berlanda tra i senior, Lisa Bolzan ed Alba Mortagna nelle categorie femminili. Difficile il recupero di Emanuele Becchis, dopo la caduta di ieri, che deciderà soltanto all’ultimo momento se prendere parte alla gara.

Classifica Maschile Senior

1° Victor Gustafsson (SWE) 26’59.2

2° Robin Norum (SWE) +15.9

3° Anton Shatagin (RUS) +22.2

4° Ivan Anisimov (RUS) +27.4

5° Erik Silfver (SWE) +30.4

7° Matteo Tanel (ITA) +34.4

11° Francesco Becchis +53.8

DNF Alessio Berlanda

DNS Emanuele Becchis

Classifica Femminile Senior

1ª Svetlana Nikolaeva (RUS) 22’14.4

2ª Sandra Schuetzova (CZE) +4.7

3ª Olga Mikhailova (RUS) +38.2

4ª Alena Prochazkova (SVK) +56.1

5ª Jackline Lockner (SWE) +1’08.8

11ª Lisa Bolzan +1’50.0

15ª Anna Bolzan +2’39.8

Classifica Femminile Junior

1ª Arina Bylinko (RUS) 23’44.1

2ª Ekaterina Belozerova (RUS) +4.7

3ª Hanna Abrahamsson (SWE) +8.8

4ª Polina Bolshakova (RUS) +18.8

5ª Chiara Becchis (ITA) +23.8

10ª Alba Mortagna (ITA) +1’04.4

Classifica Maschile Junior

1° Alexander Grigoriev (RUS) 28’11.0

2° Damir Alimbekov (RUS) +20.3

3° Iliya Kuznetsov (RUS) +25.6

4° Johan Ekberg (SWE) +28.4

5° Angelo Buttironi (ITA) +35.5

8° Riccardo Masiero (ITA) +52.1

Incontro tra FISI e Regione autonoma Valle d’Aosta oggi, mercoledì 29 agosto, a Palazzo regionale, ad Aosta, per la definizione della Coppa del Mondo di Fondo di Cogne, in calendario il 16 e 17 febbraio 2019. A ricevere il Presidente della FISI Flavio Roda, accompagnato dal Consigliere federale Dante Berthod e dal Presidente Asiva Marco Mosso, sono stati il Presidente della Regione Nicoletta Spelgatti, l’Assessore al Turismo, Sport, Commercio e Trasporti Claudio Restano e l’Assessore alle Finanze, Attività produttive, Artigianato e Politiche del lavoro Stefano Aggravi.

In apertura dell’incontro, il Presidente Spelgatti, sottolineando l’importanza che il Governo regionale vuole porre allo sport, come strumento fondamentale per il rilancio della promozione della Valle d’Aosta, come settore integrante dell’offerta turistica valdostana e come elemento determinante per la salute e per il benessere dei giovani, ha evidenziato che vi è da parte della Regione il fermo impegno a confermare il sostegno al Comitato organizzatore della Coppa del Mondo di Cogne. Al contempo il Presidente della Regione ha chiesto alla FISI una maggiore attenzione per le località valdostane nel calendario del circuito mondiale delle competizioni degli sport invernali, proponendo di essere uno degli interlocutori più interessanti per la Federazione. “La Valle d’Aosta – dichiara il Presidente Spelgatti - merita di essere presa seriamente in considerazione per quanto riguarda la Coppa del mondo di sci. Ne abbiamo pieno diritto, per i risultati ottenuti dai nostri atleti, che testimoniano il lavoro che fanno le associazioni sportive e le nostre squadre e l’Asiva, e per l’offerta che può dare il nostro territorio dal punto di vista delle piste e dello scenario montano, unico nel suo genere. Per noi è importante avere delle certezze per il futuro, per programmare gli investimenti da fare nelle località che possono ambire a diventare terreno di gare e per pianificare una promozione che possa sfruttare questi grandi eventi sportivi”. “Abbiamo quindi apprezzato – ha proseguito il Presidente Spelgatti -, che il Presidente Flavio Roda ci abbia dato oggi la disponibilità della Fisi a una verifica speciale, affinché ci possa essere una prosecuzione del ruolo di Cogne per il massimo circuito dello Sci nordico e una attenzione particolare per il ritorno a La Thuile, nel febbraio 2019, della Coppa del Mondo femminile. A questi due eventi si aggiungerebbe la Coppa del mondo di Snowboardcross, già prevista a Cervinia. Questo, per noi, è un traguardo importante, a cui puntiamo con forza e per il quale stiamo già lavorando, attraverso la creazione di un Comitato organizzatore, che possa gestire tutti gli eventi sportivi internazionali, dando supporto ai singoli Comitati organizzatori”.

Immediata è stata la rassicurazione del Presidente della FISI, Flavio Roda: “Esprimo massima soddisfazione per la conferma delle gare di Fondo di Cogne. Si tratta di un atto fondamentale per poter inserire ancora in calendario le località valdostane nel futuro e poter così far proseguire la lunga tradizione di sport e grandi campioni che la Valle può vantare. Grandi campioni come Federico Pellegrino e Francesco De Fabiani potranno gareggiare sulle piste di casa in mezzo ai propri tifosi”. “FISI e Valle d'Aosta continueranno a lavorare in stretta sinergia nel futuro, - ha proseguito Roda - perché dopo la conferma del Fondo a Cogne e dello Snowboard a Cervinia, rimane in essere la proposta per il ritorno della Coppa del mondo femminile a La Thuile per il 2019, con una Discesa libera e un SuperG. La proposta è sui tavoli della Federazione Internazionale dello Sci (FIS), da cui si attende una conferma. Oltre a ringraziare la Regione Val d'Aosta per gli impegni assunti oggi, desidero fortemente ringraziare anche la Fisi-Asiva, sempre in prima linea sia per l'attività giovanile sia nella collaborazione alla realizzazione dei grandi eventi sportivi”. Esprime grande soddisfazione per l’esito dell’incontro odierno il presidente del Comitato Asiva, Marco Mosso: “Come Comitato confermiamo la massima disponibilità a collaborare attivamente alla realizzazione dei grandi eventi sportivi in Valle d’Aosta, eventi che sono di fondamentale importante per lo sviluppo degli sport invernali e che sono uno stimolo forte per il massimo impegno a favore dell’attività sportiva giovanile nella nostra regione”.

 

Il 15 e 16 settembre seconda Fiemme Rollerski Cup

Ziano di Fiemme (TN) ospiterà campioni ed amatori

L’amatore Matteo Betta – vincitore della 50K della passata edizione – racconta l’evento

Long Distance 50 km o Short Distance 20 km – gara aperta a tutti

 

 

L'arrivo della Fiemme Rollerski Cup del 15 e 16 settembre coinciderà con l’adrenalinica Final Climb dell’Alpe Cermis, la più impegnativa ed emozionante tappa del Tour de Ski, ma ovviamente con una pendenza più accessibile. Ad affrontarla in compagnia dei campioni (a disposizione anche una sfida short distance di 20 km sempre con arrivo al Cermis) nella stessa giornata di domenica anche numerosi amatori, tra i quali Matteo Betta, classe 1992 di Cavalese, vincitore della prima edizione della Popular Long Distance 50 km con il tempo di 2 ore, 13 minuti e 34 secondi: “Fiemme Rollerski Cup dà la possibilità di gareggiare lungo il tracciato leggendario della Marcialonga, per poi concludere sull’erta dove in inverno noi amatori siamo soliti ammirare i fenomeni del Tour de Ski”. La versione estiva di gran parte del tracciato della Marcialonga è dunque accessibile a tutti, inseguendo i grandi campioni delle lunghe distanze del Guide World Classic Tour: “Un’opportunità unica – prosegue Betta – la gara è adatta a tutti, per “skirollare” nella nostra bellissima valle o per chi, come me, dà il massimo per vincere”. La strada statale fiemmese verrà chiusa al traffico e quindi si potrà sviluppare la propria performance in totale sicurezza, ammirando gli scenari della Val di Fiemme e tagliando il traguardo dove nacque la sfida impossibile dello sci di fondo. Questa, invece, è accessibile a tutti. L’invito agli amatori è raccolto così dal comitato fiemmese in cinque punti: percorrere parte del tracciato Marcialonga anche d’estate, inseguire i campioni Guide World Classic Tour, “skirollare” in sicurezza senza gli assilli del traffico, godersi alcune belle giornate in terra fiemmese e poter tagliare il traguardo sulla leggendaria Final Climb delle stelle del Tour de Ski invernale.

La Fiemme Rollerski Cup è la risposta a neve e sci di fondo quando sono lontani, e nella vallata trentina il divertimento è assicurato per amatori, fuoriclasse degli sci stretti impegnati nel Guide World Classic Tour e specialisti della disciplina che propone anche gare di Coppa del Mondo, tra cui l’appuntamento fiemmese che chiuderà il cerchio. La gara long distance prenderà il via a Ziano di Fiemme (TN) per raggiungere Predazzo e quindi imboccare la pista ciclabile in direzione Molina di Fiemme, lungo la pista Marcialonga fino a Molina per proseguire poi lungo la SS48 toccando Castello, Cavalese, Tesero, Panchià e Ziano, da dove i concorrenti raggiungeranno Masi di Cavalese, con la salita finale dell’Alpe Cermis che li porterà all’arrivo in località Doss dei Laresi. Un doppio appuntamento inserito nel Mini Tour Rollerski Trentino 2018, che si concluderà proprio il 15 e 16 settembre in Val di Fiemme. Per info ed iscrizioni: www.fiemmerollerskicup.it.

Dieci azzurri all'attacco del podio nella tre giorni di Coppa del mondo prevista nella lontana Russia, a Khanty Mansiysk, da venerdì 31 a domenica 2 settembre.

Il direttore tecnico Michel Rainer ha convocato per la lunga trasferta Emanuele Becchis, Francesco Becchis, Alessio Berlanda, Matteo Tanel, Angelo Buttironi, Riccardo Masiero, Lisa Bolzan, Anna Bolzan, Alba Mortagna e Chiara Becchis. L'obiettivo è quello di arricchire il bilancio di podi stagionali, finora aggiornato a quota cinque, comprensivi di due vittorie.

La classifica generale vede attualmente al comando lo svedese Robin Norum con 496 punti, seguito dal connazionale Victor Gustafsson con 381 e Pontus Hermansson con 284, il migliore azzurro è Tanel sesto con 187. Fra le donne comanda la russa Alena Prochazkova con 497 punti sulle svedesi Linn Soemskar e Jackeline Lockner con 350 e 334 punti, Lisa Bolzan è settima con 256. 

Il programma delle competizioni: 
Ven. 31/09 - Coppa del mondo - 12 km TL femminile seniores e juniores - ore 15.00 locali
Ven. 31/09 - Coppa del mondo - 16 km TL maschile seniores e juniores - ore 16.30 locali
Sab. 01/09 - Coppa del mondo - Sprint TL maschile e femminile seniores e juniores - finali ore 17.30 locali
Dom. 02/09 - Coppa del mondo - 15 km TL femminile seniores e juniores - ore 11.00 locali
Dom. 02/09 - Coppa del mondo - 20 km TL maschile juniores - ore 12.00 locali
Dom. 02/09 - Coppa del mondo - 20 km TL maschile seniores - ore 13.00 locali

Ancora un podio per la promessa fiemmese Annika Sieff che ha ottenuto il secondo posto nella Fis Youth Cup internazionale di combinata nordica ad Oberstdorf, in Germania.

La quindicenne che difende i colori dell’Us Lavazé Varena e che frequenta lo Ski College Val di Fassa ha addirittura sfiorato il colpaccio nella gundersen, che prevedeva il salto dal trampolino Hs60 e la sfida di corsa sui 1300 metri, chiudendo con un distacco di poco più di un secondo dalla vincitrice, la slovena Ema Volavsek.

Un podio dunque per la fiemmese nella categoria Youth 2, dopo che il giorno precedente si era dovuta accontentare nel nono posto sempre in una gundersen, con la variante che la prova aerobica si è disputata con gli skiroll.

Nella due giorni tedesca erano in gara anche altri tre trentini, ovvero Luca Libener (21° e 23° nella Youth 1), quindi Eros Consolati (41° e 43° nella stessa categoria) e Denis Zorzi (44° e 45°). Buone le presta zioni anche della gardenese Lena Prinoth, che ha preso alle stesse gare di Annika, e nelle quali ha ottenuto un 5° e un 7° posto.

Pagina 10 di 518
Top