Biathlon - Squadra A al lavoro ad Anterselva, i giovani vanno a Bionaz

17 Luglio 2020
(0 Voti)
Author :  

Torna nuovamente al lavoro la Squadra A di biathlon per il quarto dei sei raduni estivi. Prosegue l'alternanza tra Val Martello ed Anterselva per il gruppo azzurro, che questa volta, quindi tornerà ad allenarsi nella località che lo scorso febbraio ha ospitato l'emozionante Mondiale di biathlon, nel quale l'Italia ha colto ben quattro medaglie, due ori e due argenti, guidata da una straordinaria Dorothea Wierer.

La campionessa del mondo pursuit e individuale sarà quindi nella sua Anterselva da lunedì 20 a venerdì 31 luglio. Oltre a Wierer, il direttore tecnico Fabrizio Curtaz, ha convocato altri otto atleti: Dominik Windisch, Lukas Hofer, Patrick Braunhofer, Daniele Cappellari, Didier Bionaz, Tommaso Giacomel, Lisa Vittozzi e Irene Lardschneider. Ancora assente per infortunio, invece, Michela Carrara, che salta così il terzo raduno consecutivo.

A dirigere gli atleti saranno l'allenatore responsabile Andreas Zingerle, insieme a Klaus Höllrigl, Andrea Zattoni e Nicola Pozzi.

Dopo tre raduni nel Nord Est, due ad Anterselva ed uno in Val Martello, appuntamento nel Nord Ovest dell'Italia, invece, per la nazionale juniores e giovani di biathlon. La squadra guidata dall'allenatore responsabile Mirco Romanin, infatti, ha scelto Bionaz, in Valle d'Aosta, per il suo quarto raduno estivo.

Dal 20 al 31 luglio nella località valdostana sarà presente un gruppo formato da quindi atleti, otto uomini e sette donne. Il dt Fabrizio Curtaz ha infatti convocato Michele Molinari, David Zingerle, Iacopo Leonesio, Stefano Canavese, Elia Zeni, Marco Barale, Nicolò Betemps, Daniele Fauner, Beatrice Trabucchi, Gaia Brunetto, Sara Scattolo, Hannah Auchentaller, Linda Zingerle, Martina Trabucchi e Rebecca Passler. Assente invece l'infortunata Ilaria Scattolo.

A dirigere gli azzurri, insieme all'allenatore responsabile Mirco Romanin, il folto staff tecnico formato da Fabio Cianciana, Edoardo Mezzaro, Daniele Piller Roner, Samantha Plafoni, Aline Noro e Pietro Dutto.

Top