Biathlon - Tommaso Giacomel: "L'impatto con la squadra A è stato molto positivo"

11 Settembre 2020
(0 Voti)
Author :  

Nella passata stagione si è presentato al grande pubblico con un fantastico esordio in Coppa del Mondo, giungendo 27° nella sprint di Nove Mesto grazie a un doppio zero e una bellissima prestazione sugli sci. Tommaso Giacomel si è così guadagnato sul campo la fiducia dei vertici del biathlon azzurro, che hanno deciso di inserirlo immediatamente in Squadra A e dare lui la possibilità di allenarsi con i quattro campioni della staffetta mista.

Il giovane trentino, guidato da una sconfinata passione e dalla grande determinazione di emergere, si è tuffato in questa avventura con il massimo impegno, osservando da vicino i big della squadra e prendendo di conseguenza tanti appunti che torneranno utili in futuro. Il ventenne delle Fiamme Gialle sta anche capendo che nel corso della preparazione è normale avere alti e bassi, che la pazienza è una virtù fondamentale per non abbattersi se per un periodo il fisico non riponde oppure al poligono le cose non vanno al meglio.

Di questo ha parlato con noi in occasione del raduno di Anterselva, che ha chiuso un ciclo di tre settimane ad altissima intensità.

Di seguito un estratto scritto di quanto affermato da Giacomel

«La preparazione sta andando bene. Ovviamente sono per me aumentati molto i carichi di lavoro come intensità e ore. L’impatto in squadra è stato molto positivo. Allenarsi con campioni come Doro (Wierer, ndr), Lisa (Vittozzi, ndr), Luki (Hofer, ndr) e Dominik (Windisch) è veramente bello, anche fuori dall’allenamento ci si diverte molto con loro. Sono delle brave persone, ci hanno accolto molto bene e si può solo essere soddisfatti di questo. Come sta andando la preparazione? Ad essere sincero, al momento sono abbastanza stanco perché stiamo lavorando tanto in queste ultime tre settimane, ma sono convinto che pagherà. Se ho imparato qualcosa vedendo i miei compagni più esperti? Ho una lista di cose da imparare. Certamente una cosa per me importante è avere tanta pazienza, anche quando le cose non funzionano, come per esempio mi sta succedendo in questo giorni nei quali sto sparando parecchio male. Bisogna anche attraversare questi momenti».

Top