Fondo: Poker norvegese nello skiathlon maschile, miglior azzurro Clara 19°

05 Dicembre 2015
(0 Voti)
Author :  

Dopo il dominio incontrastato in campo femminile anche nella gara maschile la Norvegia dimostra la propria supremazia, piazzando ben 7 atleti nelle prime 10 posizioni. Partenza molto anomala anche in campo maschile, con il pettorale giallo diSundby subito a ritmo sostenuto, mettendo da parte i tatticismi tipici delle gare mass start maschili. Già nel primo giro in classico il gruppone si screma e un trenino di sette atlteti, composto da norvegesi, russi e dall'azzurro Francesco De Fabiani, si porta al comando. A metà frazione in tecnica classica il gruppetto si riduce a sei unità con il russo Stanislav Volzhentsevche si stacca e De Fabiani francobollato alle code degli sci di Sundby. Man mano che i chilometri diminuiscono il norvegese Sundby prende la testa del gruppetto e detta il proprio ritmo che fa male al russo Alexander Legkov che si stacca. All'ultimo transito in classico, dopo essersi aggiudicato entrambe i traguardi bonus, il primo a transitare è proprio il gressonaroFrancesco De Fabiani, tallonato dal quartetto norvegese formato da Sundby, Dyrhaug, Toensoeth e Holund. Sulla salita più dura l'azzurro accusa leggermente la fatica e si stacca di alcuni metri dal terzetto delle furie rosse e arriva al cambio di assetto distaccato di 10 secondi dalla testa della corsa, tallonato a pochi secondi da Sergey Ustiugov e Emil Iversen. Appena indossato il materiale da skating il barbuto norvegese apre subito il gas per scrollarsi di dosso i suoi compagni di squadra e mettere al sicuro la vittoria della gara odierna. La frazione in tecnica libera è un vero e proprio assolo di Martin Johnsrud Sundby che guadagna sempre più terreno sugli inseguitori, mentre nel gruppo sono pochi i cambiamenti di posizione con soltanto Petter Northug e Maurice Magnificat che acciuffa il quarto posto parziale. Il valdostano, dopo l'ottima partenza di gara in classico accusa un po' la partenza molto veloce e perde terreno dai diretti avversari. Dopo la sua lunga passerella in solitaria Sundby dimostra ancora la sua grande supremazia vincendo lo skiathlon di Lillehammer seguito al traguardo dai compagni di squadra Niklas Dyrhaug, Hans Christer Holund e Sjur Roethe. Ad intterrompere la lunga serie di norvegesi è il francese Maurice Magnificat 5° a 1' 18.2 dal vincitore. Fra i big c'è da sottolineare ancora una gara sotto tono per l'elvetico Dario Cologna giunto al tragurado in 26a posizione 

Per i colori azzurri va sicuramente elogiato il coraggio del giovane De Fabiani che dopo l'ottima partenza ha concluso la sua fatica in 32a piazza; buona prestazione anche quella di Roland Clara che nella parte di gara in tecnica libera ha recuerato molte posizioni concludendo 19° assoluto. Gli altri azzurri in gara erano Dietmar Noeclkler che ha dovuto alzare bandiera bianca, il giovane Giandomenico Salvadori, che al suo debutto in Coppa del Mondo a saputo portare a casa un buon 55° posto finale.

Appuntamento a domani alle ore 10 con la staffetta 4x5 km femminile e alle ore 11:45 con la staffetta 4x7,5 km maschile.

Top