Fondo: A Ruka Kuusamo Fossli e Falla fanno loro la prima di Coppa

27 Novembre 2015
(0 Voti)
Author :  

Come nel 2014 anche questa la Coppa del Mondo di quest'anno prende avvio con la sprint in classico inserita nel mini tour finlandese di Ruka Kuusamo; a scorrere le classifiche sembra quasi che non sia nemmeno passato un anno, vista la presenza massiccia dei colori norvegesi. Sin dalla sprint odierna il team Norvegia, nonostante l'assenza di molti atleti di punti, fa la voce grossa piazzando ben 8 uomini e 7 donne nei posti utili a disputare le batterie finali.

In campo femminile nelle batterie dei quarti sono proprio le furie norvegesi a dattare il proprio ritmo, tattica azzeccata per staccare i pass per le fasi finali. La finale, copletamente scandinava, composta da 4 norvegesi e 2 svedesi, vede sin dalle prime battute Maiken Caspersen Falla in testa a cercare di imporre il proprio ritmo. Quando sembra che il podio sia deciso, proprio sull'ultima salita si presenta il conto della fatica e il gruppone si ricompatta e si riaprono i giochi per la vittoria. La prima a scollinare è proprio la norvegese Maiken Caspersen Falla, che riesce a mantenere l'esiguo vantaggio su Stina Nilsson  e sulla compagna di squadra Ragnhild Haga. Per quanto riguarda la nazionale italiana Ilaria Debertolis e Virginia De Martin Tropanin non hanno superato lo scoglio delle qualifiche staccando soltanto il 51° e 52° tempo; Unica azzurra a poter dire la sua è stata la brillante Lucia Scardoni, che nulla può contro la supremazia delle avversarie trovate ai quarti di finale e termina con un buon 15° posto assoluto, che ben fa sperare per il proseguio della stagione. 

A livello maschille la supremazia norvegese è ancor più presente con la tripletta firmata da Sondre Turvoll Fossli, che propiro sulla salita finale riesce a fare la differenza staccando i compagni di sodalizio Eirik Brandsdal e Petter Northug. Nonostante il mancato acuto per l'Italia, Federico Pellegrino, dopo aver vinto la propria batteria dei quarti di finale, in semifinale ha venduto cara la propria pelle lottando fino sul rettifilo finale dove ha dovuto però arrendersi e accontentarsi del terzo posto che non le ha permesso di accedere alla finale. Insieme a Federico Pellegrino (7° assoluto), anche il gressonaro Franesco De Fabiani ha disputato le batterie finali della sprint in classico, cocludendo poi in 30a piazza assuluta. Gli altri azzuri in gara , che però si sono fermati alle qualifiche erano Maicol Rastelli 44°,Dietmar Noeckler 86° e Roland Clara 101°. 

Appuntamento a domani con la 10 km maschile e la 5 km femminile. 

Top