Fondo: Falun 2015, la staffetta femminile va a una super Norvegia

26 Febbraio 2015
(0 Voti)
Author :  

Prima staffetta di stagione quella andata in scena oggi ai mondiali di Falun; In prima frazione, gara molto tattica con tutte le nazioni favorite nel gruppo di testa. Al passaggio nello stadio le migliori atlete impongono un ritmo più sostenuto, con la norvegese Weng e la finnica Saarinen che riescono a guadagnare alcuni metri preziosi sulla coppia Svezia-Russia. L'azzurra Francesca Baudin tiene bene nella prima parte di frazione e da il cambio in 8ª posizione a 1' 17" dalla Finlandia. Al primo cambio in testa Niskanen e Johaug con subito la svedese Kalla ad inseguire e a cercare di rientrate sulla coppia di testa. Ancora una volta, grazie ai materiali superlativi dei padroni di casa, Charlotte Kalla riesce a colmare il gap sulla finlandese; nel secondo giro la scatenata Johaug, con un ritmo forsennato, prende il largo sulle dirette inseguitrici, ma proprio nella discesa finale la norvegese viene riacciuffata dalla svedese. In seconda frazione Virginia De Martin Tropanin rimane sule code degli sci della francese e passa il testimone alla terza staffettista azzurra in 9ª piazza a 2' 18" dalla testa della corsa. Al cambio Astrid Jacobsen parte subito a tutta, tallonata a pochi secondi dalla svedese Rydqvist e dalla finlandese Roponen. In terza frazione grazie all'ottima prestazione della Jacobsen la Norvegia pone una seria ipoteca sulla medaglia d'oro, mentre per le medaglie meno preziose la sfida è appannaggio del duo finnico-svedese. In ultima frazione per le furie rosse parte Marit Bjoergenche cerca di risollevarsi dalla brutta prestazione nella 10 km  individuale e butta tutti i propri cavalli sulla neve del tracciato di Falun. Infatti la norvegese col passare dei chilometri, incrementa sempre più il vantaggio sulle inseguitrici e con una strepitosa frazione, insieme alle compagne di squadra conquista la medaglia d'oro nella staffetta iridata. Per il secondo e terzo posto grande bagarre tra Stina Nilsson e Krista Parmakoski, con la svedese che grazie ad una volata da manuale riesce a portare a casa la medaglia d'argento. La Finlandia, dopo la delusione della staffetta degli ultimi mondiali, riesce ad appendersi al collo la medaglia del metallo meno prezioso. 

L'Italia chiude con un modesto 9° posto. Subito in difficoltà con Francesca Baudin che dopo una buona partenza è andata poco alla volta a perdere secondi anche a causa di una caduta. Virginia De Martin ha accusato circa 1' di distacco rispetto a Kalla nella sua frazione non riuscendo a recuperare sulle squadre che la precedevano. Discorso simile per Marina Piller che non stava bene e per Ilaria Debertolis. 4' dalla testa sono davvero troppi !

USA al 4° posto, un'ottima Polonia al 5° e una deludente Germania 6a.

 1 NORWAY   NOR 49:04.7

    WENG Heidi  1991    14:20.1

    JOHAUG Therese  1988    14:06.7

    JACOBSEN Astrid Uhrenholdt  1987    10:17.0

    BJOERGEN Marit  1980    10:20.9

 2 SWEDEN   SWE 49:33.9  +29.2

    BLECKUR Sofia  1984    14:31.6

    KALLA Charlotte  1987    13:56.8

    RYDQVIST Maria  1983    10:33.2

    NILSSON Stina  1993    10:32.3

 3 FINLAND   FIN 49:35.6  +30.9

    SAARINEN Aino-Kaisa  1979    14:19.3

    NISKANEN Kerttu  1988    14:23.5

    ROPONEN Riitta-Liisa  1978    10:18.8

    PARMAKOSKI Krista  1990    10:34.0

 4 UNITED STATES OF AMERICA   USA 50:54.6  +1:49.9

    BJORNSEN Sadie  1989    15:09.7

    BRENNAN Rosie  1988    14:57.3

    STEPHEN Elizabeth  1987    10:14.4

    DIGGINS Jessica  1991    10:33.2

 5 POLAND   POL 50:57.0  +1:52.3

    KUBINSKA Kornelia  1985    15:00.8

    KOWALCZYK Justyna  1983    14:28.5

    MARCISZ Ewelina  1991    10:45.7

    JASKOWIEC Sylwia  1986    10:42.0

 6 GERMANY   GER 50:59.2  +1:54.5

    CARL Victoria  1995    15:27.0

    BOEHLER Stefanie  1981    14:44.3

    HERRMANN Denise  1988    10:13.4

    FESSEL Nicole  1983    10:34.5

 7 RUSSIAN FEDERATION   RUS 51:44.4  +2:39.7

    DOTSENKO Anastasia  1986    14:38.1

    TANYGINA Alevtina  1989    15:32.7

    ZHUKOVA Natalia  1992    10:54.6

    TCHEKALEVA Yulia  1984    10:39.0

 8 FRANCE   FRA 52:12.8  +3:08.1

    JEAN Aurore  1985    15:46.3

    AYMONIER Celia  1991    14:50.0

    FAIVRE PICON Anouk  1986    10:43.4

    THOMAS HUGUE Coraline  1984    10:53.1

 9 ITALY   ITA 53:05.6  +4:00.9

    BAUDIN Francesca  1993    15:37.1

    DE MARTIN TOPRANIN Virginia  1987    14:59.6

    PILLER Marina  1984    11:13.5

    DEBERTOLIS Ilaria  1989    11:15.4

 10 SLOVENIA   SLO 53:20.6  +4:15.9

    LAMPIC Anamarija  1995    15:54.4

    VISNAR Katja  1984    15:20.3

    RAZINGER Nika  1993    11:03.0

    EINFALT Lea  1994    11:02.9

 11 UKRAINE   UKR 54:03.7  +4:59.0

    SERDYUK Kateryna  1989    15:53.6

    SHEVCHENKO Valentina  1975    15:34.4

    ANTSYBOR Maryna  1987    10:55.9

    GRYGORENKO Kateryna  1985    11:39.8

 12 KAZAKHSTAN   KAZ

    STOYAN Anna  1993    16:01.0

    MATROSSOVA Marina  1990    16:20.6

    MANDRIKA Olga  1993    

    SLONOVA Anastassiya  1991    

 13 ESTONIA   EST

    OJASTE Triin  1990    17:37.3

    ALBA Laura  1985    16:55.4

    MANNIMA Tatjana  1980    

    RAJU Heidi  1990    

 14 AUSTRALIA   AUS

    YEATON Jessica  1991    17:20.5

    WATSON Aimee  1987    

    BOTTOMLEY Esther  1983    

    WRIGHT Casey  1994    

Top