Fondo: Vièrin e Vuerich si impongono nella sprint di Cervinia

03 Gennaio 2014
(0 Voti)
Author :  

Foto di: Flavio Becchis

Le due ali di folla a bordo pista hanno detto tutto. Più di 3000 le persone a vedere le gesta dei campioni dello sci nordico che hanno fatto  grande la prima edizione della Cervinia Ski Sprint, evento a metà tra gare e kermesse disputata sui 250 metri della via centrale di Breuil Cervinia. La sfida è vinta. “Con orgoglio e grande piacere abbiamo riportato lo sci nordico in uno dei regni dell’alpino – ha detto Massimo Chatrian, assessore allo sport del comune di Valtournenche – Volevamo i fenomeni di questo sport e i fenomeni sono arrivati”.

Federico Pellegrino è rientrato in fretta e furia dal Tour de Ski (dove è andato a podio con il secondo posto di Oberhof) in compagnia di Enrico Nizzi e della damigelle Gaia Vuerich e Greta Laurent. Dalla Francia sono arrivati Roddy Darragon e Cyril Miranda; dal trentino il campione del mondo e olimpico Cristian Zorzi, dal bergamasco il campione del mondo Renato Pasini. Ha vinto un giovane talento dello sprint azzurro, Francois Viérin. Il forestale di Saint-Oyen ha lottato come un leone con il re degli sprinter azzurri Federico Pellegrino vincendo due manche su tre della finale. “Con Federico siamo cresciuti insieme e lottare con lui è un onore e un piacere. La Cervinia Ski Sprint è una manifestazione molto spettacolare e crescerà in fretta”.  Pellegrino ci teneva tantissimo a vincere; aveva voluto la Cervinia Ski Sprint per promuovere lo sci di fondo e il sigillo alla prima edizione sarebbe stato il massimo. “Ci ho provato fino in fondo. In mezzo alla mia gente (c’erano parecchi tifosi di Nus, il suo paese), ai miei tifosi, sarebbe stato bello vincere. Peccato: Viérin è stato un grande rivale”. Terzo posto per il francese Darragon. “Gare come queste – ha detto – da noi non vengono organizzate. Bravi agli organizzatori”. In semifinale era uscito il campione del mondo di ski roll Emanuele Becchis, nei quarto Renato Pasini e Cristian Zorzi. “Ma che belle sono queste gare – ha detto il trentino – Lo sci di fondo in un paese votato allo sci alpino”. Tra le donne vittoria facile per Gaia Vuerich. La trentina ha battuto due manche a zero la valdostana Greta Laurent. “Ma non è stata una passeggiata – ha detto Vuerich – Greta è molto veloce e non era scontato vincere”. Terzo posto per l’altra valdostana Francesca Baudin. In gara anche i giovani.

Nel tabellone  Ragazze e Allieve hanno vinto Chiara Becchis su Ambra Fosson con terza Mara Sordello; tra i maschi successo di Cedric Christille su Mathieu Charruaz con terzo posto per Denis Muscarà. Dopo i giovani hanno sfilato baby sprint, baby e cuccioli accompagnati dai campioni che hanno donato loro un buff con le proprie firme. “E’ stato un successo – ha detto Chatrian – Così tanta gente non ce l’aspettavamo. Stiamo già pensando all’edizione numero due della gara”.

Vota questo articolo

Top