Fondo - La vittoria del Tour de Ski vale 50mila euro!

14 Novembre 2019
(0 Voti)
Author :  

Quanto guadagnano gli atleti dopo una vittoria nella Coppa del Mondo di fondo? Quanto vale un successo al Tour de Ski o nel neonato Ski Tour scandinavo. Sono domande che spesso gli appassionati si chiedono, visto anche quanto è breve la carriera di un atleta.

Leggendo i documenti della FIS vi chiariamo questo dubbio, anche se il montepremi viene sempre riportato in Franco Svizzero.

Per esempio se ad andare a punti in Coppa del Mondo sono i primi trenta, soltanto i migliori venti si dividono il montepremi di 40mila franchi (36800 euro). Al primo classificato vanno 9200 euro, mentre il secondo ne guadagna 6900 e il terzo 4600. Il decimo incassa 828 euro, mentre il ventesimo appena 92.

Per gli eventi a squadre (staffetta e team sprint), invece, il montepremi è di 30mila franchi (27600 euro) suddiviso tra le prime sei squadre classificate. In questo caso al vincitore vanno 11 mila euro, mentre alla sesta squadra 920 euro.

Molto remunerativi per gli atleti sono poi tour e minitour. Il Ruka Triple che aprirà la stagione, per esempio, frutterà al vincitore 20700 euro, al secondo 16100 e al terzo 10120, mentre il ventesimo ne guadagnerà 230. In questo caso al vincitore di ogni tappa andranno 4600 euro.

Altissimo è invece il montepremi del Tour de Ski, che arriva a 515mila euro. In questo caso al vincitore andranno 50600 euro, mentre il secondo classificato incasserà 36800 euro e il terzo 25301. Al decimo classificato andranno 4600 euro, mentre il ventesimo ne prenderà appena 460.

A febbraio sarà poi il momento del nuovo Ski Tour 2020, che si svolgerà tra Svezia e Norvegia. Il montepremi totale sarà di 441mila euro, con il vincitore che incasserà 43mila euro, mentre al secondo ne andranno 31mila e al terzo 21600. Qui il decimo prenderà 4323 euro, mentre al ventesimo ne andranno appena 346.

Infine, un discreto montepremi è presente anche per lo Sprint Tour nordamericano ed ammonta a 221mila euro. Al vincitore finale andranno 13800 euro, al secondo 9200 e al terzo 6900. A chi taglierà in testa il traguardo di una singola tappa andranno 5500 euro.

Nella passata stagione l’atleta che ha guadagnato di più è stato Johannes Klæbo con 188mila euro, mentre tra le donne Østberg ne ha incassati 158mila. Se si fa il confronto con altri sport, che probabilmente richiedono meno sacrifici, forse si può anche comprendere perché gli atleti stiano chiedendo alla FIS di fare un piccolo sforzo in più.

Top