Stampa questa pagina

Combinata: Geiger batte Riiber in Val di Fiemme

11 Gennaio 2020
(0 Voti)
Author :  

La notizia è che non ha vinto Jarl Magnus Riiber. Il fenomeno norvegese della combinata nordica si è infatti classificato secondo nella prova odierna della nona tappa di Coppa del Mondo in Val di Fiemme, vinta da Vinzenz Geiger (Germania), che bissa così il trionfo di Ramsau am Dachstein.

Terza posizione per lo scandinavo Joergen Graabak (Norvegia), che ha preceduto al fotofinish in spaccata il tedesco Fabian Riessle.

Capitolo italiani: partiti in cinque (squalificato dopo il salto Giulio Bezzi per irregolarità nella tuta), il migliore della truppa azzurra si è rivelato essere Samuel Costa (18°, +53.8), autore dell'ennesima rimonta sugli sci stretti. Ventinovesimo Alessandro Pittin (+1:40.6), trentacinquesimo Raffaele Buzzi (+2:22.1). Chiudono la graduatoria tricolore Lukas Runggaldier (40°, +3:24.7) e Manuel Maierhofer (43°, +4:01.0)

LA GARA

Sulle nevi di Tesero si è assistito a una partenza controllata da parte di Jarl Magnus Riiber, con uno dei suoi rivali più accreditati, Joergen Graabak, che ai 1300 metri aveva già recuperato dieci secondi su di lui, trainando con sé nel gruppone degli inseguitori anche il tedesco Vinzenz Geiger. Quest'ultimo, in particolare, prima della linea dei 2500 metri (sostanzialmente la fine del primo dei quattro giri previsti), si è portato in vetta al gruppo, accorciando le distanze dal norvegese (37 secondi di ritardo).

Gli austriaci Rehrl e Klapfer hanno poi dato il cambio a Geiger, rosicchiando ancora alcuni metri a Riiber, che è parso decisamente appesantito nelle salite. Ai cinque chilometri il teutonico distava 21 secondi dal leader, 23 invece Graabak. Il ritmo è poi ulteriormente cresciuto all'inizio del terzo giro, con gli avversari capaci di ricucire ulteriormente lo strappo (+14 secondi), senza però piazzare mai l'aggancio definitivo, almeno fino ai 7,5 chilometri.

All'alba dell'ultimo giro, di fatto, Riiber ha subìto il ritorno di otto atleti, trovandosi così coinvolto in un'autentica lotta per decretare il vincitore della nona tappa della Coppa del Mondo. Tattica attendista per Graabak, che ha tentato fino all'ultimo di rimanere coperto nel gruppo per preservare carburante in ottica volata. Agli 8,8 chilometri, tuttavia, è stato proprio Graabak a cercare l'offensiva in salita, ma Riiber non gli ha concesso respiro ed è rimasto in scia, al pari di Geiger. Ruoli invertiti nell'ascesa successiva: attacco di Riiber con Graabak che risponde presente, esattamente come Geiger, che piazza l'allungo nella volata finale, beffa Riiber e vince!

CLASSIFICA FINALE

1° V. Geiger (GER) 26:20.8

2° J.M. Riiber (NOR) +0.4

3° J. Graabak (NOR) +0.6

4° F. Riessle (GER) +0.6

5° L. Klapfer (AUT) +4.7

6° F.J. Rehrl (AUT) +7.6

7° E. Frenzel (GER) +9.1

8° J.L. Ofrebro (NOR) +9.5

9° M. Faisst (GER) +10.0

10° J. Rydzek (GER) +10.0

Gli italiani

18° S. Costa +53.8

29° A. Pittin +1:40.6

35° R. Buzzi +2:22.1

40° L. Runggaldier +3:24.7

43° M. Maierhofer +4:01.0

CLICCA QUI PER LEGGERE LA CLASSIFICA COMPLETA