Salto - Successo di Karl Geiger a Predazzo

11 Gennaio 2020
(0 Voti)
Author :  

Karl Geiger può iniziare a sognare. Perché il miraggio Coppa del Mondo può non essere più un'illusione ottica ma un obiettivo che potrebbe anche raggiungere. In Val di Fiemme, sul trampolino di Predazzo intitolato a Giuseppe Dal Ben che ospiterà le gare di salto e di combinata nordica dei Giochi Olimpici di Milano-Cortina 2026, l'HS 104 piccolo e tanto impegnativo dove spira sempre vento da dietro, il tedesco di Oberstdorf non ha vinto: ha dominato, dando prova di una consistenza che lo proiettano in un'altra dimensione.

Una volta planato sul traguardo, alla fine del salto della seconda serie, Karl ha iniziato a non stare più nella pelle: braccia al cielo, sorrisi e, una volta fermo, pacche sulle spalle dei tecnici e degli uomini della squadra. Sapeva di aver saltato per la vittoria e per la testa della classifica generale di Coppa del Mondo. È la sua seconda vittoria in Coppa a livello individuale ed è arrivata in un trampolino che lo scorso anno esaltò Dawid Kubacki, carico come una molla dopo aver vinto la Tournée dei Quattro Trampolini e, oggi, solo, si fa per dire, terzo. Geiger ha fatto segnare 294.6 e ha vinto con 7.7 punti di vantaggio su Stefan Kraft e 14.7 su Kubacki. E Ryoyu Kobayashi, sino ad oggi in testa alla Coppa del Mondo? Il giapponese pare essere sprofondato in un oblio dal quale, dopo l'ultima tappa opaca della Tournée, non riesce ad uscire: 26° posto in gara 1 della Val di Fiemme e addio testa della classifica. 

Domani gara 2 della Val di Fiemme con Geiger che può prendere il largo in classifica e Kraft che può seguirlo. A meno che Kobayashi non tiri fuori dal capello due salti degni della sua classe.

Clicca qui per la classifica completa 

Clicca qui per la classifica generale di Coppa del Mondo 

Top