Redazione

Redazione

Suspendisse at libero porttitor nisi aliquet vulputate vitae at velit. Aliquam eget arcu magna, vel congue dui. Nunc auctor mauris tempor leo aliquam vel porta ante sodales. Nulla facilisi. In accumsan mattis odio vel luctus.

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Le fondiste partiranno per prime alla 36.a edizione

Trasmissione domenicale su RAI Sport per oltre due ore

Vallata imbiancata e anello pronto, iscriversi è conveniente entro il 31 gennaio

 

Da anni il comitato organizzatore della Gran Fondo Val Casies registra uno sviluppo costante della partecipazione femminile che, se vent’anni fa veleggiava attorno all’8%, oggi è salita al 25%!

Lo testimoniano i dati della prossima edizione della ski-marathon altoatesina, una cavalcata sugli sci da fondo che andrà in scena il 16 e 17 febbraio nella bella vallata di Casies. La percentuale di giovani e meno giovani è rimasta quasi invariata, le “quote rosa” invece cambiano, aumentano, portano una ventata d’aria fresca a tutto il palcoscenico fondistico e per questo, alla 36.a edizione, le donne partiranno in prima fila e in leggero anticipo rispetto ai maschi. Sarà anche un modo per valorizzare maggiormente le atlete dal punto di vista televisivo, con i canali di RAI Sport pronti a trasmettere l’evento per oltre due ore, dalle ore 8.30 alle 9.45 e dalle 13 alle 14.15 di domenica, a cavallo delle gare di Campionato del Mondo di sci alpino e Coppa del Mondo di fondo. Una diretta lunga inedita per la Gran Fondo Val Casies, a riprova di come l’evento che dal 1984 non hai mai subito una cancellazione stia acquistando prestigio stagione dopo stagione.

2 km di pista ad anello sono già a disposizione dei fondisti a Santa Maddalena, e aumenteranno gradualmente seguendo l’impeccabile tabella di marcia dell’esecutivo presieduto da Walter Felderer, oggi risvegliatosi con la pacifica vallata altoatesina completamente imbiancata.

L’affezione non si conquista casualmente e la “tradizione” dello sci di fondo in Alto Adige verrà ripercorsa nei tracciati di 30 o 42 km in tecnica classica il sabato, e 30 o 42 km in tecnica libera la domenica, ricordando il restyling della “MINI Val Casies”  e i contest Just for Fun che raccolgono sempre numerosi partecipanti che vogliono semplicemente godersi la Gran Fondo e il paesaggio senza particolari esigenze di classifica, per poi rifocillarsi con le pietanze succulente della manifestazione altoatesina.

Le iscrizioni sono aperte e fino al 31 gennaio avranno le seguenti quote: 58 euro per la tecnica classica, 59 euro per la tecnica libera, 95 euro per entrambe, 47 euro per la Just for Fun e 76 euro per entrambe le prove Just for Fun, mentre chi volesse indossare qualche capo firmato della Gran Fondo Val Casies potrà consultare il sito web alla sezione merchandising.

 

leggi il comunicato

sito web

 

download foto1

download comunicati

facebook

press

 

download foto2

download immagini

 
 

Nonostante avesse lo snowfarming, Premanon ha docuto alzare bandier bianca e rinunciare alle prime 2 prove della coppa Europa di Fondo.

Dopo vari tentativi di recueperare le gare in altre località, oggi è arrivata la cancellazione definitiva. 

L'apertura della coppa Continentale sarà quindi in Valdidentro dal 21 al 23 dicembre.

Due percorsi e novità in zona partenza per la 42. edizione dell'evento altoatesino del 12 gennaio. La sera precedente, alla Nordic Arena di Dobbiaco, ritorna la Puschtra Mini per bambini e ragazzi

 

 

È arrivato il freddo sulle Dolomiti e i cannoni della Pustertaler ski marathon si preparano a sparare in vista dell'appuntamento di sabato 12 gennaio 2019. Mancano meno di due mesi alla 42.ma edizione della granfondo di maggior tradizione dell'Alto Adige e in Alta Val Pusteria ci si sta apprestando a far entrare in azione i cannoni per l'innevamento, in attesa naturalmente che arrivi anche la neve naturale. 

 

«Contiamo di poter iniziare ad allestire alcuni tratti di pista a breve» spiega Stephanie Santer, vice presidente del comitato organizzatore. «Speriamo che le temperature si abbassino stabilmente ancora un po' in modo da procedere all'innevamento artificiale e poter rendere accessibili ai concorrenti almeno alcuni tratti di pista. Attendiamo naturalmente l'arrivo della neve naturale per allestire il tracciato nella sua interezza, tracciato che misura 60 chilometri con partenza da Braies e arrivo a Sesto». «Come già anticipato nelle scorse settimane, la 42.ma edizione della Pustertaler ski marathon proporrà anche un tracciato di 35 chilometri, pensato per quegli atleti che, a inizio stagione, ancora non hanno molti chilometri di allenamento nelle gambe» dice ancora Sthepanie Santer. «Le partenze saranno differenziate: per i partecipanti alla 60 chilometri il  via sarà dato alle 8.30, per quelli della 35 chilometri alle 9.45».

 

Proprio relativamente alla partenza, ci sono altre novità. Per la gara corta ci sarà un unico gruppo di partenza. Per la gara lunga non ci saranno più le partenze a scaglioni bensì un unico via, con i concorrenti divisi in tre griglie: la prima riservata ad atleti professionisti o di alto livello, la seconda per atleti di buon livello, la terza per amatori. Ogni partecipante, al momento dell'iscrizione, dovrà indicare il gruppo di partenza nel quale essere inserito. Il comitato organizzatore si riserva di chiudere l’accesso al gruppo di partenza all'eventuale raggiungimento del numero massimo previsto.

 

Qualche novità e tante conferme alla Pustertaler ski marathon 2019: tra queste la Puschtra Mini. L'evento dedicato ai più piccoli costituirà una sorta di prologo alla gara dei grandi e andrà in scena venerdì 11 gennaio, con inizio alle 18. Teatro di gara sarà la Nordic Arena di Dobbiaco: i ragazzi si confronteranno sulle distanze di 500 metri (Baby, nati negli anni 2009 e 2010; Bambini, 2007 e 2008; Ragazzi, 2005 e 2006) oppure di 1000 metri (Allievi, 2003 e 2004; Aspiranti, 2001 e 2002). Le iscrizioni andranno perfezionate entro l'8 gennaio. 

 

Per le iscrizioni e per tutti i dettagli di carattere organizzativo si può consultare il sito www.ski-marathon.com oppure rivolgersi alla segreteria della Pustertaler ski marathon telefonando allo 0474.976000 o scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Parte l'avventura del fondo, il nuovo direttore tecnico Selle: "Siamo subito attesi da gare dure, ma c'è voglia di confrontarci con la concorrenza"

Marco Selle è pronto a esordire nel nuovo ruolo di direttore tecnico della squadra di sci di fondo. Il poliziotto trentino, per molti anni responsabile del settore giovanile, ha preso il posto di Giuseppe Chenetti nel nuovo corso cominciato in coincidenza con il quadriennio olimpico che porterà verso Pechino 2022 e fa un'analisi dei primi mesi di attività. "Ci aspettano forse i due weekend più difficili dal punto di vista tecnico dell'intera stagione di Coppa del mondo - spiega riferendosi agli appuntamenti di Ruka e di Lillehammer dell'1-2 dicembre -, sono in programma le prove distance più dure, tuttavia le affrontiamo con il giusto spirito. In squadra si respira un buon clima, la preparazione estiva è stata rispettata senza intoppi, spero che tale sensazione sia resa migliore da qualche buon risultato. Le due squadre hanno seguito percorsi diversi, le donne hanno lavorato in queste settimane a Davos, dove Greta Laurent e Lucia Scardoni hanno mostrato qualcosa di buono nelle prove veloci, ma anche le altre ragazze si sono date da fare. I ragazzi sono volati in Finlandia, dove hanno trovato però molta pioggia e sciato in condizioni a dir poco primaverili. Hanno avuto modo di svolgere alcuni test con altre nazioni e sono contenti. A Ruka partiremo con una sprint in tecnica classica adatta a Pellegrino, ma anche Rastelli e De Fabiani potrebbero qualificarsi. Sono convinto che le due ragazze si qualificheranno, Scardoni è molto pimpante in questo format, arrivare in semifinale sarebbe bellissimo. Domenica c'è una 15 km sempre in classico, Noeckler dice di stare bene, spero possa fare meglio del trentesimo posto dell'anno scorso, come team puntiamo anche su De Fabiani, Rastelli e Salvadori e Pelle che lotteranno per finire nei trenta. Nella 10 km femminile parteciperà la sola Scardoni, prima di fare rientro in Italia".

fonte: www.fisi.org

Un gran ritorno in abbinamento alle sfide di Combinata Nordica nelle medesime giornate
A sorpresa il russo Klimov vince l’opening stagionale a Wisla (POL) e fa la storia
L’azzurro Alex Insam in 28.a posizione, in terra fiemmese tre giornate spettacolari

In Valle è scesa la prima neve, e lo spettacolo d’inverno che porterà in Val di Fiemme dieci gare di Coppa del Mondo in dieci giorni è iniziato. Tra Tour de Ski del 5 e 6 gennaio e Combinata Nordica dall’11 al 13 gennaio c’è un più che gradito ritorno nella “culla dello sci nordico”: la Coppa del Mondo di Salto Speciale che andrà in scena nella località trentina nelle medesime giornate della disciplina che abbina lo sci di fondo al salto. E, a proposito di Combinata, il vincitore del primo appuntamento stagionale con il Salto Speciale – il russo Evgeniy Klimov – era proprio un combinatista, dedicatosi poi al solo ed (a lui) più affine Salto. Freddo come le lande desolate della Siberia, Klimov non si è fatto intimorire dal palmarès del rivale Kamil Stoch, nonostante egli giocasse in casa nella polacca Wisla. Il tre volte campione olimpico ha dovuto fare i conti con il fattore vento, dovendosi così accontentare della quarta piazza assoluta, mentre il vincitore ha fatto la storia ottenendo la prima vittoria di sempre per un russo in una prova di Coppa del Mondo di Salto Speciale. Dietro al russo Klimov ecco il tedesco Stephan Leyhe e il giapponese Ryoyu Kobayashi, ottimo dal trampolino HS134. Tra gli azzurri il gardenese Alex Insam non ha affatto sfigurato, piazzandosi 28° e andando a punti su un Large Hill di Coppa del Mondo che non è cosa da poco.
Dalla Polonia alla Finlandia del prossimo weekend, dove si disputeranno due appuntamenti individuali, giungendo  - tappa dopo tappa – alle sfide fiemmesi, le quali scatteranno venerdì 11 gennaio con il salto di qualifica dall’HS135, proseguiranno sabato 12 gennaio con il 1° e 2° salto di gara, e si concluderanno nella giornata di domenica 13 gennaio con altri due salti di gara, sempre preceduti dal classico salto di prova.
La serata di sabato sarà anche occasione per festeggiare tutti assieme alla “Winterfest” del tendone delle feste al Centro del Fondo di Lago di Tesero, mentre il team polacco Crowd Supporter composto da Mikee alla voce e DJ Ucho alla consolle, tornerà in terra fiemmese dopo i premondiali 2012 e i Mondiali 2013 intrattenendo pubblico ed appassionati durante le gare allo Stadio del Salto di Predazzo.
Insomma, gli ingredienti ci sono tutti per il ritorno in grande stile della Val di Fiemme come punto di riferimento del Salto Speciale nel mondo.

LEGGI IL COMUNICATO

leggi la news

sito web

download foto1

comunicati stampa

facebook

press

download foto2

download IMMAGINI

 

Marcialonga di Fiemme e Fassa il 27 gennaio

100 pettorali ancora a disposizione per partecipare alla 46.a edizione

Marcialonga Story il 26 gennaio, Craft il 2 giugno e Coop il 1° settembre scontate del 20%

Cifre imperdibili a disposizione solo nella giornata di venerdì 23 novembre

 

I significati dell’espressione “Black Friday” sono svariati, per alcuni deriverebbe dall’intenso traffico di Philadelphia che si sviluppa proprio in quella giornata, per altri la possibilità di passare dal “rosso” (passivo) al “nero” (attivo) in un giorno di guadagni per le attività commerciali, fatto sta che il fenomeno degli sconti in questo periodo dell’anno esplose negli Stati Uniti divenendo successivamente popolare anche in Europa, tant’è che anche la Marcialonga trentina ha pensato di aderirvi. Nella giornata di venerdì 23 novembre sarà infatti possibile acquistare l’iscrizione ad alcuni dei principali eventi 2019 con uno sconto speciale del 20% mentre - in via del tutto eccezionale - il comitato organizzatore metterà in vendita anche 100 pettorali di una manifestazione storica che altrimenti avrebbe già esaurito le iscrizioni: la 46.a Marcialonga di Fiemme e Fassa del 27 gennaio. Il main event verrà accompagnato dalla settima Marcialonga Story della giornata precedente, rivivendo lo sci di fondo dei tempi d’oro in un tuffo nel passato con sci in legno ed abbigliamento d’epoca a soli 24 euro.

Dagli sci stretti e dall’inverno alla tredicesima edizione della Marcialonga Craft del 2 giugno, una nuova data che farà felici tutti gli appassionati di ciclismo, fra percorsi rinnovati ed un pacco gara firmato Craft Sportswear ricchissimo di sorprese. L’importante sarà non perdere troppo tempo e sfruttare questa imperdibile offerta alla cifra di 30 euro, sempre usufruendo del 20% di sconto grazie al Black Friday.

Ultima ma non ultima la diciassettesima Marcialonga Coop del 1° settembre, anch’essa ad un prezzo eccezionale, potendo entrare nella grande famiglia di runners che - quando la calura si allenta - non perde occasione di concedersi questa bella corsa fra le straordinarie bellezze delle Valli di Fiemme e Fassa. La cifra d’iscrizione anche in questo caso è imperdibile: 24 euro.

Marcialonga è unica, ma siamo certi che venerdì 23 novembre per molti lo sarà ancora di più…

 

leggi il comunicato

press

 

download foto1

download comunicati

facebook

press

 

download foto2

download immagini

#marcialonga

press

 

download foto3

web site

 

E' online il calendario completo delle gare nazionali dello sci di fondo per la stagione che inizierà il prossimo weekend a Riale di Formazza. Alcuni eventi non sono contenuti perchè gare popolari che non hanno fatto richiesta alla FISI di inserimento o perchè sono gare internazionali che appartengono quindi alle gare che potete trovare sul sito FIS.

Guarda il calendario completo: Calendario-Nazionale-Fondo-2018-2019.pdf

Puoi anche scaricarlo cliccando su dowload allegato

Alle prime gare FIS, ci sono anche gli Under 23

Ultimi giorni di allenamento, poi si fa sul serio. Elisa Brocard, Ilaria Debertolis, Caterina Ganz, Anna Commarella e Sara Pellegrini, convocate dal direttore tecnico Marco Selle, si ritroveranno lunedì 19 novembre a Riale, in Val Formazza, per il raduno che precede le prime gare FIS della stagione italiana di fondo. Lavoreranno fino a giovedì 22 con il tecnico Simone Paredi, poi nel weekend saranno impegnate con la 10 km a tecnica classica (sabato 24) e la 10 km a tecnica libera (domenica 25). All'appello mancano Lucia Scardoni, che negli utlimi test effettuati a Davos era stata la più veloce, e Greta Laurent. 

A Riale, in vista delle gare FIS, si alleneranno con le ragazze della squadra A anche gli Under 23. Tra uomini e donne gli atleti che lavoreranno con il responsabile del settore giovanile Pietro Piller Cottrer e gli altri componenti dello staff sono sedici: si tratta di Mikael Abram, Giovanni Caola, Florian Cappello, Martin Coradazzi, Simone Daprà, Tommaso Dellagiacoma, Giacomo Gabrielli, Michael Hellweger, Simone Mocellini, Paolo Ventura, Stefan Zelger, Martina Bellini, Chiara De Zolt Ponte, Ilenia Defrancesco, Francesca Franchi e Cristina Pittin.

Fonte: www.fisi.org

 

Pagina 1 di 519
Top