Riccardo Dallio

Riccardo Dallio

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Dopo Ruka e Lillehammer Johannes Klaebo fa sua anche la terza sprint in tecnica classica della stagione. A Planica il leader della classifica di specialità domina la gara vincendo con apparente facilità. Nulla da fare per la concorrenza contro lo strapotere del giovane scandinavo. L'ottava vittoria stagionale arriva precedendo di alcuni metri il compagno Emil Iversen e di circa 10" Teodor Peterson. 

Klaebo guadagna punti preziosi nei confronti del nostro Federico Pellegrino, oggi eliminato in qualificazione per via di una caduta all'ultima curva.

Duello entusiasmante tra Stina Nilsson e Kathrine Harsem in campo femminile. A spuntarla è la svedese che coglie il 12mo trionfo in carriera issandosi al quinto posto delle graduatorie all time relative alle prove sprint. Lo squadrone gialloblu ottiene il settimo successo nelle ultime nove gare di questo format. Piazza sul podio anche per Maiken Caspersen Falla, 3a davanti alla sempre presente Jessica Diggins.

CLASSIFICA SPRINT TC FEMMINILE PLANICA

1   NILSSON Stina    
2   HARSEM Kathrine Rolsted    
3   FALLA Maiken Caspersen    
4   DIGGINS Jessica    
5   DYVIK Anna    
6   WENG Heidi    
7   BELORUKOVA Yulia    
8   FALK Hanna    
9   CALDWELL Sophie    
10   EIDE Mari

 

CLASSIFICA SPRINT TC MASCHILE PLANICA

1   KLAEBO Johannes Hoesflot    
2   IVERSEN Emil    
3   PETERSON Teodor    
4   SVENSSON Oskar    
5   BRANDSDAL Eirik    
6   RETIVYKH Gleb    
7   GOLBERG Paal    
8   NISKANEN Iivo    
9   PANZHINSKIY Alexander    
10   JOENSSON Emil

La sorpresa Kathrine Harsem stampa il miglior tempo nella qualifica della sprint in tecnica classica di Planica. La forte norvegese si mette alle spalle Stina Nilsson, unica atleta in grado di rimanerle vicina terminando la propria prova staccata di 6 decimi. Terza posizione provvisoria per la svedese Anna Dyvik, capace di precedere Maiken Caspersen Falla ed il talento sloveno Anamarija Lampic.

Lucia Scardoni è ottima 23ma. Più distanti Francesca Baudin, 33ma, Greta Laurent, 34ma, Alice Canclini 41ma e Gaia Vuerich 42ma.

Tra gli uomini solita prova di forza del fuoriclasse Klaebo, addirittura tre secondi più veloce di Calle Halfvarsson e più di quattro rispetto al compagno Emil Iversen.

Brutte notizie in casa Italia dove va sottolineata la caduta di Federico Pellegrino che gli ha compromesso il passaggio del turno. Alla fine il nostro atleta di punta è solamente 44mo. Questo incidente impedirà a Chiccco di confrontarsi coi diretti avversari in quello che sarà il format di gara ai prossimi giochi di PyeongChang. Entra nei migliori trenta Maicol Rastelli, buon 20mo, mentre rimane fuori di un soffio il giovane Stefan Zelger, 31mo.

Qualificazione Sprint TC Femminile Planica

Qualificazione Sprint TC Maschile Planica  

 

Ad un mese dai giochi olimpici di PyeongChang la coppia di punta della nazionale italiana Dietmar Noeckler-Federico Pellegrino lancia segnali importantissimi a tutti gli avversari. Nella città di Dresda il duo azzurro vince con apparente facilità la team sprint in tecnica libera valida come prova di Coppa del Mondo.

Sempre molto attenta la gara del primo frazionista che dà cambi regolari dalla terza alla quinta posizione rimanendo saldamente incollato alle coppie scandinave di Norvegia e Svezia. Quest'ultima tenta l'allungo prima dell'ultimo giro con la compagnia della squadra elvetica. Teodor Peterson e Roman Schaad vengono però raggiunti e superati a velocità doppia ai -200 mt da uno scatenato Federico Pellegrino, che non alzando mai il piede dall'acceleratore si invola verso un altro fantastico successo. Netta la vittoria dei nostri ragazzi che precedono gli svedesi ed i russi di oltre 1". Deludente il risultato dei norvegesi, solamente quinti nonostante schierassero in seconda frazione il fenomeno Klaebo. 

La bella giornata in casa Italia viene impreziosita anche dal 7mo posto dei giovani Zelger-Gabrielli, che prima hanno conquistato un soprendente passaggio del turno, e poi si sono ben comportati in una finale di primissimo livello.

Ancora una doppietta svedese tra le donne, dove Svezia 2 di Ingemarsdotter-Dahlqvist precede Svezia 1 di Falk-Nilsson al fotofinish. Terze le americane Sargent-Caldwell. Non sono riuscite ad andare oltre il 9o posto le due fiemmesi Giulia Stuerz e Gaia Vuerich terminando la loro prova a 10" dalle vincitrici. Eliminate in semifinale, invece, Debora Roncari e Greta Laurent.

RISULTATI TEAM SPRINT FEMMINILE DRESDA

RISULTATI TEAM SPRINT MASCHILE DRESDA

Fantastica Italia nella staffetta femminile di Ruhpolding. Le azzurre Lisa Vittozzi, Dorothea Wierer, Nicole Gontier e Federica Sanfilippo conquistano uno splendido secondo posto alle spalle delle padrone di casa della Germania. Podio inaspettato arrivato al termine di un testa a testa durato quattro frazioni dove le nostre ragazze hanno lottato come vere leonesse.

La gara

Italia subito a condurre le danze con Lisa Vittozzi impeccabile al poligono e solida sugli sci. La sappadina è capace di cedere il testimone in prima posizione a Dorothea Wierer, autrice a sua volta di un 10/10 alla velocità della luce ma ancora inferiore sul passo gara rispetto alle rivali più accreditate. Al secondo cambio la Germania transita per prima tallonata da un'ottima Italia. Seconda parte di gara che vede sei nazioni continuare a scambiarsi le posizioni di vertice con l'azzurra Nicole Gontier che stringe i denti prima di dare il cambio a colei che compie il vero e proprio capolavoro di giornata: Federica Sanfilippo. La bionda altoatesina è infallibile al poligono e sfida senza nessun timore la fuoriclasse Laura Dahlmeier in un ultimo giro mozzafiato. Alla fine il cronometro segna Italia 2a a soli 3" dalle tedesche, trascinate quest'oggi da una rinata Dahlmeier e da una stratosferica Herrmann.

RISULTATI STAFFETTA FEMMINILE 4X7,5KM RUHPOLDING

Un Federico Pellegrino FENOMENALE conquista la sprint in tecnica libera sul circuito cittadino di Dresda. Primo successo stagionale per il fuoriclasse azzurro, campione del mondo in carica, che riesce a bruciare sul rettilineo conclusivo il talento norvegese Klaebo, dominatore della prima parte di stagione e grande favorito alla vigilia di questa gara. 

Pellegrino ha faticato leggermente nella prima delle due semifinali, dove lo stesso Klaebo ed il francese Chanavat, autore del miglior tempo in qualifica, lo costringono al passaggio del turno come lucky looser. In finale però le cose cambiano e a scatenare i cavalli negli ultimi 300 metri è proprio il poliziotto di Nus, che si mette alle spalle tutti gli avversari senza lasciare loro una minima possibilità di sorpasso. Al traguardo Chicco precede di poco un Klaebo in rimonta e Lucas Chanavat, ancora sul podio e atteso protagonista anche nelle imminenti olimpiadi di PyeongChang.

Podio a sorpresa in campo femminile, dove a trionfare è la Svezia che coglie una doppietta con Hanna Falk davanti a Maja Dahlqvist che conquista il primo podio in carriera.

Prova sfortunata per le azzurre: la migliore è Gaia Vuerich in 9a piazza. L'atleta dei carabinieri è stata vittima di un contatto che le ha fatto rompere il bastoncino mentre si giocava l'ingresso in finale. Giulia Stuerz in ripresa termina 15ma, Greta Laurent cade ai quarti e non va oltre il 21mo posto dopo un'ottima qualifica che l'ha vista siglare l'8o tempo. 24ma Debora Roncari.

CLASSIFICA SPRINT TL FEMMINILE DRESDA

CLASSIFICA SPRINT TL MASCHILE DRESDA

Tord Asle Gjerdalen si aggiudica la terza tappa del circuito VISMA Ski Classics, la classica marathon austriaca Kaiser Maximilian Lauf  di 60 km corsa questa mattina sulle nevi di Seefeld. Arrivo in solitaria per l'atleta del Team Santander che ha preceduto di 14" Andreas Holmberg e di 32" il russo Ilya Chernousov.

Gjerdalen si candida ora come grande favorito per la Marcialonga di Fiemme e Fassa, la 70 km di fine mese che lo ha già visto trionfare nelle ultime tre edizioni.

Primo degli italiani Mauro Brigadoi, buon 25mo.

Tra le donne successo per la svedese Britta Johansson Norgren che ha vinto il duello con la connazionale Sara Lindborg. Terzo gradino del podio per la sempre positiva giapponese Masako Ishida.

CLASSIFICA MASCHILE KAISER MAXIMILIAN LAUF

         
1 Tord Asle Gjerdalen SAN 2:27:49.0
2 Andreas Holmberg SER 2:28:03.8
3 Ilya Chernousov BST 2:28:21.0
4 Ermil Vokuev RMT 2:28:56.6
5 Anton Karlsson LAG 2:28:57.2
6 Øyvind Moen Fjeld SAN 2:28:57.2
7 Morten Eide Pedersen BNB 2:28:57.4
8 Simen Østensen BNB 2:28:57.6
9 Oskar Kardin SAN 2:28:57.7
10 Tore Bjørseth Berdal KOT 2:28:58.1
11 Anders Aukland SAN 2:28:58.6
12 Stian Hoelgaard KOT 2:28:58.7
13 Anders Høst SER 2:28:59.6
14 Torleif Syrstad KOT 2:29:05.8
15 Marcus Johansson LAG 2:29:43.4
16 Kjetil Dammen OSR 2:29:46.9
17 Jimmie Johnsson LAG 2:30:14.0
18 Magnus Vesterheim PAR 2:30:21.2
19 Bob Impola SER 2:30:25.5
20 Oscar Persson LAG 2:30:39.4
21 Petr Novák CRT 2:30:44.2
22 Andreas Nygaard SAN 2:30:51.2
23 Jörgen Brink BRI 2:30:56.5
24 Vetle Thyli TNM 2:31:03.2
25 Mauro Brigadoi ROB 2:31:10.5

 

CLASSIFICA FEMMINILE KAISER MAXIMILIAN LAUF

#   name team time
1 Britta Johansson Norgren LAG 2:49:16.0
2 Sara Lindborg SER 2:49:53.5
3 Masako Ishida KOT 2:50:14.9
4 Kari Vikhagen Gjeitnes SAN 2:50:56.7
5 Lina Korsgren ARE 2:51:21.1

Si sono svolte questa mattina nel capoluogo della Sassonia le qualificazioni della sprint in tecnica libera valida come prova di Coppa del Mondo. Sei azzurri su nove si sono ben comportati ed hanno conquistato la qualificazione ai quarti di finale previsti per le ore 12.20.

In campo femminile va evidenziato l'ottimo 8o tempo fatto registrare da Greta Laurent, mentre Gaia Vuerich avanza grazie al 17mo posto, poco più avanti della compagna di squadra Debora Roncari, 23ma, e della fiemmese Giulia Stuerz, 30ma. Un bel passo in avanti, dunque, per le nostre ragazze, che si ritroveranno a battagliare con le migliori interpreti della disciplina. 

Tra gli uomini solita qualifica ai vertici per Federico Pellegrino, autore del 5o parziale a 2.90" dal francese Chanavat, bravo a precedere di 15 centesimi il fenomenale Klaebo. La sorpresa di giornata è targata Italia con Michael Hellweger bravissimo ad entrare nei migliori trenta con il 28mo tempo. Non sono riusciti a superare il "taglio" Stefan Zelger, 39mo, Dietmar Noeckler, 42mo, e Giacomo Gabrielli, 46mo.

Dario Cologna in campo maschile ed Ingvild Flugstad Oestberg in quello femminile sono, fino a questo momento, i veri dominatori del Tour de Ski 2018. A due giorni dalle gare della Val di Fiemme, i leaders della corsa a tappe comandano la classifica con un margine di quasi un minuto sui più immediati inseguitori.  

Per quel che riguarda i colori azzurri, ottimi segnali sono stati lanciati nella gara odierna da Francesco De Fabiani, terzo nella mass start il tecnica libera , ed Elisa Brocard, quindicesima nello stesso format di gara. I due atleti dell'esercito si trovano rispettivamente in 15ma e 17ma piazza provvisoria, lasciando ben sperare per i prossimi appuntamenti sulle nevi di casa. 

CLASSIFICA GENERALE TDS FEMMINILE dopo 4 tappe

CLASSIFICA GENERALE TDS MASCHILE dopo 4 tappe

Pagina 1 di 16
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…