Biathlon: clamoroso Windisch è bronzo olimpico nella sprint

11 Febbraio 2018
(3 Voti)
Author :  
Nordic Focus

Clamoroso all'Alpensia. Nella giornata dove i favoritissimi Martin Fourcade e Johannes Boe mancano rispettivamente tre e quattro bersagli, Dominik Windisch trova la giornata giusta per mettere assieme tutte le sue qualità e conquistare una splendida medaglia di bronzo nella sprint olimpica di PyeongChang 2018. Il ventottenne di Rasun, che veniva da una stagione con poche gioie individuali, ha dimostrato tutto il carattere di cui è dotato, conquistandosi la medaglia nell'ultimo giro in duello infuocato con l'austriaco Julian Eberhard, quarto con un errore, bruciato per soli sette decimi. Dire che il biatleta dell'Esercito è stato ad un passo dal vincere l'oro, mancando proprio l'ultimo bersaglio, quello che spesso fa la differenza fra inferno e paradiso di questo sport. Questa volta è stato un errore dolcissimo. Questa medaglia di Windisch va ad aggiungersi in bacheca al bronzo in staffetta mista di Sochi 2014 e a tre podi di Coppa del Mondo, fra i quali una vittoria. Domani comunque partirà nell'inseguimento a 7"7 dalla testa con un'altra chance di portare a casa un grande risultato.

Il vincitore è stato uno dei grandi veterani del circuito. Il tedesco Arnd Peiffer ha condotto una gara senza eccellere sugli sci ma risultando estremamente preciso al tiro in una giornata nella quale non sbagliare è stato decisivo. Il trentenne corona così una carriera nella quale spiccavano finora il titolo mondiale della sprint nel 2011 e l'argento in staffetta a Sochi 2014. Grande sorpresa invece per la medaglia d'argento di Michal Krcmar che segue il bronzo della connazionale Vitkova nella gara di ieri. Il ceco vantava finora un solo podio in Coppa del Mondo e come Peiffer è stato perfetto nell'esecuzione al poligono.

Detto di Eberhard 4°, va aperta la questione norvegese. Erlend Bjoentegaard, partito come numero 6/7 della squadra, è stato stratosferisco sugli chiudendo 5° con ben due errori. Giornata complicatissima per i connazionali con Tarjei Boe (2) 13°, Emil Hegle Svendsen 18° e soprattutto Johannes Boe 31°. Con quattro errori (3+1), il fenomeno della squadra ha ottenuto il peggior risultato stagionale e dopo aver speso tantissimo nei primi due giri, è calato nell'ultimo dimostrando di avere anche lui dei limiti.

La Germania ha completato invece una grandiosa prova di squadra piazzando con un bersaglio mancato Benedikt Doll 6°, Simon Schempp 7° ed Erik Lesser 11°. I tedeschi hanno preparato questo appuntamento perfettamente dopo una stagione magra di soddisfazioni e, fino ad oggi, senza vittorie.

8° Martin Fourcade, il dominatore delle ultime stagioni, che dopo aver mancato tre bersagli a terra, ha raddrizzato la gara in piedi, per poi chiudere a soli 22"1 dalla testa. Rimane assolutamente il francese il favorito dell'inseguimento e per le medaglie c'è da giurare che anche Boe proverà a tornare in corsa partendo a 1'12.

Ottima prestazione invece per l'elvetico Serafin Wiestner che ha concluso con un errore in 9^ piazza.

10° Lukas Hofer con qualche rammarico per il solito bersaglio mancato a chiusura della serie. In questo caso è accaduto sia in piedi sia a terra, ma i tempi di rilascio dei colpi sono stati convincenti come non mai in stagione. Il ritardo di 31" lascia apertissima la porta per una caccia alla medaglia nell'inseguimento di domani. Gli altri due azzurri Thomas Bormolini e Giuseppe Montello hanno concluso con due errori al 50° e 51° posto e saranno presenti nell'inseguimento.

Classifica 10km sprint uomini

1 22 PEIFFER Arnd GER GERMANY 0+0 0 23:38.8
2 36 KRCMAR Michal CZE CZECH REPUBLIC 0+0 0 +4.4
3 42 WINDISCH Dominik ITA ITALY 0+1 1 +7.7
4 5 EBERHARD Julian AUT AUSTRIA 0+1 1 +8.4
5 30 BJOENTEGAARD Erlend NOR NORWAY 0+2 2 +17.4
6 6 DOLL Benedikt GER GERMANY 0+1 1 +17.6
7 24 SCHEMPP Simon GER GERMANY 0+1 1 +21.4
8 54 FOURCADE Martin FRA FRANCE 3+0 3 +22.1
9 71 WIESTNER Serafin SUI SWITZERLAND 0+1 1 +23.5
10 18 HOFER Lukas ITA ITALY 1+1 2 +31.0
11 32 LESSER Erik GER GERMANY 0+1 1 +31.9
12 41 DESTHIEUX Simon FRA FRANCE 2+0 2 +32.3
13 16 BOE Tarjei NOR NORWAY 2+0 2 +33.7
14 40 SAMUELSSON Sebastian SWE SWEDEN 2+0 2 +33.8
15 26 WEGER Benjamin SUI SWITZERLAND 0+1 1 +36.7
16 1 LAPSHIN Timofei KOR KOREA REPUBLIC 0+1 1 +43.8
17 31 KAUKENAS Tomas LTU LITHUANIA 0+1 1 +44.7
18 10 SVENDSEN Emil Hegle NOR NORWAY 1+1 2 +45.0
19 66 HIIDENSALO Olli FIN FINLAND 0+0 0 +47.5
20 45 SEPPALA Tero FIN FINLAND 1+0 1 +48.5
21 11 PIDRUCHNYI Dmytro UKR UKRAINE 0+0 0 +48.7
22 57 KAZAR Matej SVK SLOVAKIA 0+1 1 +54.9
23 13 FAK Jakov SLO SLOVENIA 1+1 2 +55.4
24 46 RASTORGUJEVS Andrejs LAT LATVIA 1+2 3 +55.6
25 50 LANDERTINGER Dominik AUT AUSTRIA 1+0 1 +57.4
26 9 BAUER Klemen SLO SLOVENIA 0+2 2 +57.6
27 27 GUIGONNAT Antonin FRA FRANCE 1+2 3 +58.7
28 28 EDER Simon AUT AUSTRIA 2+0 2 +1:03.7
29 12 MORAVEC Ondrej CZE CZECH REPUBLIC 1+0 1 +1:07.9
30 72 NELIN Jesper SWE SWEDEN 1+2 3 +1:08.0
50 70 MONTELLO Giuseppe ITA ITALY 0+2 2 +1:56.5
51 14 BORMOLINI Thomas ITA ITALY 1+1 2 +2:00.5

 

Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…