Klæbo, ecco quanto ha guadagnato per il Tour de Ski. Il nonno-allenatore: "Forse salta Otepää"

09 Gennaio 2019
(3 Voti)
Author :  

5 vittorie, 4 di tappa e la classifica finale del Tour de Ski, leadership della classifica assoluto di Coppa del Mondo, primato nella Coppa sprint. Johannes Høsflot Klæbo, dopo una partenza con qualche difficoltà di troppo come la sprint persa per distrazione a Kuusamo e la rottura del bastoncino nel weekend seguente a Lillehammer, è tornato decisamente l'atleta da battere nel circuito dello sci di fondo mondiale. La conferma della Coppa del Mondo dello scorso anno è diventata così possibile con le prestazioni che lo hanno portato a vincere la 13^ edizione del Tour de Ski all'esordio nella corsa a tappe.

Il bottino della battaglia però include anche una notevole remunerazione economica: sono ben 70.000 franchi svizzeri i premi guadagnati sul campo ai quali va aggiunto un bonus premio dal suo marchio-sponsor di sci, Fischer, che porterà i guadagni complessivi a oltre 100.000 (circa 90.000 euro).

Kåre Høsflot Klæbo, nonno e allenatore del giovane fenomeno, lo ha accompagnato durante il Tour de Ski come punto di riferimento imprescindibile nella pianificazione stagionale e degli allenamenti conseguiti.

"La vittoria del Tour de Ski è stata un momento speciale. Si è parlato molto delle prestazioni di Johannes nelle distance e ha dimostrato nuovamente di non essere solo uno sprinter. E' importante lavorare per essere competitivi in tutte le gare. Non eravamo sicuri di arrivare fino al Cermis, ma l'occasione era troppo ghiotta; non si sa mai cosa riservi il futuro. Era importante arrivare al pettorale giallo per fare delle scelte in funzione dei Mondiali di Seefeld: si può fare bene in Austria e rivincere la Coppa del Mondo. Dopo Dresda, potrebbe saltare anche Otepää."

Martin Johnsrud Sundby, due volte primo sul Cermis, ha elogiato i risultati del giovane compagno di squadra, stupito dalla maturità con la quale si è comportato nella corsa a tappe.

"Sta gareggiando su livelli fantastici. Non so cosa possa combinare nella 50km iridata, ma in tutte le altre gare parte per vincere il titolo." 

Fa sorridere che il leader di Coppa del Mondo abbia il posto assicurato solo nella sprint (e molto probabilmente team sprint) al momento, ma "è la Norvegia, bellezza!", la squadra che insieme alla Russia sta spadroneggiando con oltre 10 atleti da medaglia individuale potenziale. Klæbo cercherà di trovare posto anche nello skiathlon e nella 15km, forse nella 50km.

Top